Per ricordare l’apertura della sede arcivescovile nel 1935 e i 450 anni dall’istituzione voluta da san Carlo Borromeo celebrazioni ed eventi con il cardinale Scola domenica 26 aprile e il 12 maggio. Intervista al rettore don Michele Di Tolve

di Luisa BOVE

Di Tolve

Il Seminario arcivescovile di Venegono Inferiore compie 80 anni. Sarà l’occasione, spiega il rettore don Michele Di Tolve, «per rendere grazie al Signore per questa straordinaria esperienza educativa che da 80 anni accade qui, nella sede di Venegono, dove schiere di preti sono stati formati da comunità di educatori che, in condivisione piena con l’Arcivescovo pro tempore, hanno sempre colto i desideri, i sogni e le speranze della Diocesi e grazie alla scuola teologica hanno offerto elementi di riflessione e di discernimento culturale e pastorale».

In realtà l’istituzione del Seminario è nata ben 450 anni fa per volere di san Carlo Borromeo…
Sì, è una tappa importante. Non possiamo dimenticare che il 10 dicembre 1564 san Carlo diede avvio al primo Seminario al mondo. Quindi affittò a Milano due case presso la chiesa di San Vito al Carrobbio (in zona Porta Ticinese) e chiese ai gesuiti di essere suoi collaboratori per la formazione dei futuri preti. In seguito è stata aperta la sede di corso Venezia e poi altre in Diocesi.

Avete in programma festeggiamenti e celebrazioni?
Domenica prossima ci sarà la 16esima Festa in Seminario con genitori e amici. Quel giorno ringrazieremo le famiglie che hanno lasciato partire i loro ragazzi, la vocazione infatti nasce proprio in famiglia. Il Seminario riconosce dunque alle famiglie il primato dell’educazione alla vita come vocazione. Saranno invitate tutte le parrocchie di origine dei seminaristi e quelle in cui servono, per vivere insieme la Giornata mondiale per le vocazioni che si celebra appunto nella quarta domenica di Pasqua. Nell’anno dedicato alla vita consacrata chiediamo anche ai religiosi e alle religiose di unirsi a noi nella preghiera in Seminario per ricordare anche il servizio che svolge la comunità educante verso i giovani. Il cardinale Scola alle 18.30 guiderà la preghiera per le vocazioni. La sera i diaconi che saranno ordinati preti a giugno si presenteranno e lanceranno un messaggio ai giovani presenti. Loro la vocazione l’hanno trovata, o meglio, Dio ha trovato loro e si sono lasciati incontrare dal Signore. Inviteranno quindi i giovani a cercare anche loro il volto di Gesù.

E per la «Festa dei fiori» c’è qualche novità?
Quest’anno si terrà il 12 maggio e secondo la tradizione il Seminario invita tutti i preti che compiono anniversari significativi – 25, 50, 60, 65, 70 anni di Messa – per festeggiare insieme. Sarà presente anche il cardinale Scola e i 16 candidati si presenteranno con il loro motto “Tutto possiamo sperare dalla tua misericordia”. Abbiamo invitato tutti i Vescovi lombardi e quelli originari della Diocesi di Milano. In particolare a monsignor Diego Coletti e a monsignor Renato Corti ci porteranno la loro esperienza perché entrambi sono stati educatori in Seminario come rettori: ci diranno cosa ha voluto dire per loro educare i futuri preti a cavallo tra l’esperienza del Concilio e poi da papa Paolo VI a oggi. Infine, attraverso una mostra dedicata a Paolo VI vogliamo ricordare il bene che questo beato ha compiuto in tutta la nostra Diocesi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi