Al via la stagione primaverile della rassegna sotto la direzione artistica di Riccardo Doni. Primo appuntamento nella chiesa milanese di Sant’Antonio Abate

Sant'Antonio Abate

A breve al via la nuova edizione di “Abbazie: arte e musica”, la rassegna itinerante che, ormai da diversi anni, porta musica in alcuni tra i più bei luoghi di Milano e dei Comuni limitrofi, sotto la direzione artistica di Riccardo Doni

“Abbazie: arte e musica” quest’anno propone repertori che vanno dal Rinascimento al contemporaneo, cercando come sempre di coniugare piacevolezza di ascolto con una collocazione interessante e originale: si andrà dai sotterranei di un antico palazzo milanese (l’auditorium de “L’Albero della musica”, a due passi dal Castello) alla chiesa che ospitò le esecuzioni del giovane Mozart, dalla “mitica” chiesa di Baggio (quella dell’organo dipinto) ai tesori nascosti delle certose di Garegnano (La cappella sistina di Milano, secondo molti) e di Vigano (sconosciuta ai milanesi, ma adorna di meravigliosi affreschi della famiglia Luini)

La rassegna debutta sabato 11 aprile, alle 21, nella stupenda cornice della chiesa barocca di Sant’Antonio Abate, con un evento di portata eccezionale: sarà infatti ospite della rassegna l’Ensemble StilModerno che festeggerà il proprio decimo anno di attività presentando il proprio quarto cd, i concerti a quattro di Baldassarre Galuppi, (in uscita in tutto il mondo il primo aprile) in anteprima. L’appuntamento sarà gratuito.

L’Ensemble StilModerno, dopo due anni di assenza dalla scena milanese, torna per la seconda volta come ospite di “Abbazie: arte e musica”. StilModerno è un gruppo milanese specializzato nel repertorio barocco e preclassico; fondato nel 2005 si è fatto notare ben presto sia per la cura delle proprie esecuzioni, sia per la rarità del repertorio presentato. Dopo il loro debutto discografico (nel 2009) il gruppo ha costantemente ricevuto il riconoscimento della stampa internazionale.

Il programma presenterà la figura di Galuppi tra barocco e classicismo, collocandone i brani tra musiche di Antonio Vivaldi (la celebre cantata Nulla in mundo pax sincera, affidata alla voce della soprano russa Ekaterina Korotkova) e Franz Joseph Haydn (il primo concerto per organo e archi in do maggiore, con Carlo Centemeri – direttore artistico di StilModerno – nella veste di solista all’organo)

Il secondo appuntamento della rassegna, sabato 18 aprile, vedrà la presenza del primo ospite internazionale, la clavicembalista giapponese Yu Yashima, che si esibirà su musiche di Frescobaldi e Bach presso la chiesa “vecchia” di Sant’Apollinare in Baggio, un luogo talmente storico per i milanesi da essere entrato nel linguaggio comune.

La sera di sabato 25 aprile la musica barocca lascia spazio alla musica da camera. E per meglio collocare questo passaggio la rassegna si sposterà nei sotterranei di un palazzo nei dintorni del castello dove, tra meravigliose volte a botte in mattone, trova spazio l’auditorium della scuola L’Albero della musica. In questa location insolita si svolgerà un recital della giovane virtuosa Claudia Schirripa che mostrerà in questa sede il suo doppio ruolo di pianista e di studiosa. Infatti, sebbene il programma contenga due tra le più celebri composizioni di Robert Schumann (la fantasia op. 17 e la sonata op. 22), entrambi i brani saranno presentati in un’edizione insolita, ovverosia la prima versione pubblicata da Schumann: un’autentica rarità per tutti gli appassionati di musica romantica.

Info: tel. 329.2239138; info@canoneinverso.org; www.canoneinverso.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi