Ai Mondiali di short track dominati dai sudcoreani, brillano le piazze d'onore conquistate da Nicola Rodigari nei 1500 m e da Arianna Fontana (nella foto) nei 500 m. Nei tre giorni dell'Agorà presente un pubblico discretamente numeroso e molto appassionato


Redazione

Nella rassegna iridata dominata dai sudcoreani, brillano le piazze
d’onore conquistate da Nicola Rodigari (1500 m) e Arianna
Fontana (500 m). Pubblico discretamente numeroso e appassionato

Due argenti azzurri targati Valtellina hanno onorato il ritorno dei campionati del mondo di short track a Milano 27 anni dopo l’unico precedente. Nel week-end iridato del pattinaggio di velocità su pista corta all’Agorà, Nicola Rodigari e Arianna Fontana sono saliti sul secondo gradino del podio, rispettivamente nei 1500 m maschili e nei 500 m femminili.

Sulla pista del palazzetto milanese – che ha retto bene a temperature decisamente inusuali per l’inizio di marzo -, davanti a un pubblico discretamente numeroso e molto appassionato (presente anche il presidente del Coni Giovanni Petrucci), Rodigari ha conquistato la prima medaglia individuale della sua carriera classificandosi alle spalle del fuoriclasse della specialità, lo statunitense Apolo Anton Ohno, in una gara intensa e combattuta: all’ordine d’arrivo definitivo hanno infatti concorso una caduta e due squalifiche. Yuri Confortola ha terminato all`undicesimo posto.

La seconda medaglia, come detto, è andata alla Fontana, una “veterana” malgrado debba compiere ancora 17 anni. Dopo aver segnato più volte il migliore tempo nelle batterie (a livello juniores avrebbe centrato il record mondiale), Arianna è riuscita a non perdere la scia della canadese Roberge, che l’ha trascinata fino al secondo posto. Sesta l’altra azzurra Marta Capurso.

Tra gli altri risultati, i quarti posti delle due staffette (Capurso-Fontana-Maffei-Zini e Carta-Confortola-Rodigari-Serra); Rodigari nono e Confortola decimo nei 500 m maschili (dove il più accreditato Serra, danneggiato da un avversario, è uscito in batteria); Capurso nona, Zini dodicesima e Fontana quattordicesima nei 1500 m femminili.

Nelle classifiche finali Arianna Fontana èrisultata quinta e Nicola Rodigari sesto. Nel complesso i Mondiali milanesi hanno confermato il dominio sudcoreano, con le vittorie di Hyun-Soo Ahn (quinto titolo consecutivo), Sun-Yu Jin (terzo alloro di fila) e di entrambe le staffette.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi