Link: https://www.chiesadimilano.it/news/milano-lombardia/una-preghiera-a-un-anno-dal-rogo-nella-casa-coniugi-2809809.html
Sirio 8 - 14 luglio 2024
Share

Milano

Una preghiera a un anno dal rogo nella Casa Coniugi

Si svolgerà domenica 7 luglio nella sede della Comunità di Sant’Egidio adiacente alla Rsa. Per l’occasione un invito a prevenire l'emarginazione e l'istituzionalizzazione degli anziani

3 Luglio 2024

A un anno esatto dall’incendio che ha colpito la Rsa Casa Coniugi (7 luglio 2023), la Comunità di Sant’Egidio si stringe nella memoria delle vittime di questa tragedia e desidera riportare al centro dell’attenzione il tema degli anziani nella nostra città. Domenica 7 luglio alle 19.30 una preghiera si svolgerà nella sede della Comunità in via dei Cinquecento 7 a Milano (M3 Corvetto), adiacente alla Rsa stessa.

Impegnata da molti anni accanto agli anziani, la Comunità desidera richiamare l’attenzione di tutti sul tema degli anziani nella città: sui molti che vivono soli o con conviventi fragili, per i quali la solitudine rappresenta un fattore di rischio molto alto e una reale emergenza in un periodo di caldo eccessivo e quando la città si svuota; su quanti vivono in strutture dedicate, perché non vengano trascurati o dimenticati e possano restare inseriti nella rete familiare e sociale. Richiama quindi da un lato le istituzioni politiche e sociali a destinare maggiore attenzione e risorse alla prevenzione dell’emarginazione e dell’istituzionalizzazione delle persone anziane, e dall’altro i cittadini per attuare forme di aiuto concreto e i piccoli gesti di buon vicinato possibili.

Leggi anche

Milano
Agenzia_Fotogramma_FGR3892459

L’Arcivescovo per i morti della Rsa: «Anche chi non ha nessuno è con Dio»

In Duomo le esequie di Laura Blasek, Paola Castoldi, Mikhail Duci, Anna Garzia, Loredana Labate e Nadia Rossi, vittime del rogo alla «Casa per coniugi» nella notte tra il 6 e il 7 luglio

di Annamaria BRACCINI

Intervista
Rosario vittime Rsa

Il cappellano della Rsa ricorda le vittime del rogo: «Persone in comunione con Dio»

Don Pinuccio Mazzucchelli riflette sulla condizione degli anziani: «È un percorso, un cammino di approfondimento della vita. È importante comprenderlo per non diventare acidi o depressi»

di Lorenzo Garbarino