Parte a novembre il 2° Master universitario di primo livello della Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano, organizzato in collaborazione con la Fondazione Istituto Sacra Famiglia e la Fondazione Luigi Moneta


Redazione

“Persone disabili e progetto a vita. Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni”. È questo il titolo del Master universitario di primo livello organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa della Facoltà di Sociologia, in collaborazione con la Fondazione Istituto Sacra Famiglia e con la Fondazione Moneta. Giunto alla sua seconda edizione ha la durata di un anno, per complessivi 60 crediti, pari a 1500 ore, comincerà a novembre 2009 e si chiuderà nel dicembre del 2010.
Il Master si propone di sviluppare, in figure già in possesso di una specifica preparazione professionale (assistenti sociali, educatori, psicologi, infermieri o persone in possesso di altre lauree triennali o quadriennali), le competenze necessarie per la formulazione e la gestione del progetto di vita della persona disabile, in una logica sociale di rete tra i servizi deputati alla presa in carico del disabile. Il numero massimo degli ammessi è 30. Per l’ammissione i candidati dovranno sostenere un colloquio finalizzato a valutare motivazioni e competenze.
Info: tel 02.4581673 – fax 02.45861006 – formazione@sacrafamiglia.org – ppisaniello@sacrafamiglia.org – www.sacrafamiglia.org “Persone disabili e progetto a vita. Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni”. È questo il titolo del Master universitario di primo livello organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa della Facoltà di Sociologia, in collaborazione con la Fondazione Istituto Sacra Famiglia e con la Fondazione Moneta. Giunto alla sua seconda edizione ha la durata di un anno, per complessivi 60 crediti, pari a 1500 ore, comincerà a novembre 2009 e si chiuderà nel dicembre del 2010.Il Master si propone di sviluppare, in figure già in possesso di una specifica preparazione professionale (assistenti sociali, educatori, psicologi, infermieri o persone in possesso di altre lauree triennali o quadriennali), le competenze necessarie per la formulazione e la gestione del progetto di vita della persona disabile, in una logica sociale di rete tra i servizi deputati alla presa in carico del disabile. Il numero massimo degli ammessi è 30. Per l’ammissione i candidati dovranno sostenere un colloquio finalizzato a valutare motivazioni e competenze.Info: tel 02.4581673 – fax 02.45861006 – formazione@sacrafamiglia.org – ppisaniello@sacrafamiglia.org – www.sacrafamiglia.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi