Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Magenta

LeAli promuove la cultura dell’inclusione

Martedì 20 settembre, in un incontro pubblico al Centro Paolo VI, si presenta l’associazione che opera a favore di chi vive con una disabilità

13 Settembre 2022

«Una comunità forte, attenta e concreta è capace di integrare e mettere le ali alle persone con disabilità rendendole protagoniste». Con questo spirito un gruppo di famiglie con disabilità ha costituito a Magenta “LeAli APS-ETS”, un’associazione di promozione sociale, artistico-culturale, educativa, ricreativa e assistenziale, senza scopo di lucro e con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Il Consiglio direttivo è formato da Bruno Santopaolo (presidente), Vanda Maria Teresa Peri (vicepresidente), Luisa Antoniola (segretario), Giacomo Castiglioni (tesoriere). I consiglieri sono Gianluca Casula, Monica Adele Irene Maggioni e Giampiero Morandi. Santopaolo è commissario capo della Polizia di Stato, segretario generale regionale del sindacato COISP – Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia. Dal 2000 al 2005 è stato assessore del Comune di Magenta, con deleghe alla Sicurezza, Viabilità e Protezione civile, e dal 2005 al 2010 presidente del Consiglio comunale di Magenta.

Lo scopo di LeAli è quello di promuovere una cultura che permetta di costruire, passo dopo passo, contesto dopo contesto, storia dopo storia, una rete robusta e capace di accogliere, integrare e dare risposte concrete alla persona con disabilità e renderla parte attiva del tessuto sociale ed economico. Tutto questo anche condividendo percorsi con altre importanti realtà come la Comunità pastorale di Magenta o aderendo a progetti di valenza territoriale come ConTeSto (leggi qui).

Migliorare lo standard di vita

Bruno Santopaolo

«LeAli vuole fungere da pungolo, lavorare per cambiare l’approccio culturale a questo mondo, lasciare il segno e dare la possibilità alla persona con disabilità di trovare il suo posto, abbattendo ostacoli materiali e preconcetti che rendono fragile l’intera comunità – spiega il presidente Santopaolo -. L’associazione ha traguardi ambiziosi, ma concreti, in altre parole realizzabili, il cui fine è migliorare gli standard di qualità della vita delle persone diversamente abili. Si vuole promuovere l’inclusione e la realizzazione di contesti che permettano di vivere con dignità e serenità la propria diversità, affinché la persona possa realmente diventare protagonista. Si vuole aiutare i figli con disabilità a essere davvero autonomi e liberi in una comunità che non solo riconosca a parole questi diritti, ma che possa essere aiutata con azioni culturali e di sensibilizzazione concrete a cambiare lo sguardo su questa realtà».

L’associazione LeAli intende: elaborare progetti; proporre servizi; avviare corsi di formazione e di educazione; organizzare convegni, seminari e dibattiti per favorire momenti di scambio di esperienze, anche al fine di presa di coscienza del problema.

Il primo evento pubblico organizzato da LeAli, con il patrocinio del Comune e il supporto di ConTeSto, si terrà, martedì 20 settembre alle 20.45, nell’Aula magna del Centro Paolo VI di Magenta, in via San Martino, sul tema «Accoglienza medico ospedaliera delle persone con disabilità». Interverrà il dottor Filippo Ghelma, fondatore del D.A.M.A. (Disable Advanced Medical Assistence) presso l’Ospedale San Paolo di Milano.

Per informazioni: leali.aps@libero.it