Sirio 01-03 marzo 2024
Share

Omaggio

Armida Barelli, a Milano una targa e una scuola

A questo si è impegnato il Consiglio comunale approvando una mozione finalizzata a valorizzare la figura della Beata, alla quale è dedicato un incontro in programma mercoledì 18 maggio a Palazzo Moriggia

18 Maggio 2022
Armida Barelli (archivio Università Cattolica)

«Organizzare momenti di valorizzazione e celebrazione della figura di Armida Barelli… dedicare eventualmente una targa nella città di Milano possibilmente nelle zone della Città dove ha vissuto e lavorato… intitolare una scuola milanese…».

A questo si impegnano il Sindaco e la Giunta di Milano con la mozione approvata nella seduta di Consiglio comunale di lunedì 16 maggio (leggi qui il testo integrale). A presentarla è stata la consigliera Alice Arienta, vicepresidente della Commissione cultura, laureata in Università Cattolica. «Tra i fondatori dell’Università Cattolica c’è una donna, una milanese protagonista eccezionale in anni delicati e complessi – spiega Arienta -. Lei si chiama Armida Barelli, è a lei che dobbiamo l’istituzione culturale della Cattolica, la costituzione del primo convitto per le studentesse provenienti da tutte le parti d’Italia. Ma non si fermò a Milano e nel 1920 arrivò perfino nel Sud della Cina. Sabato 30 aprile è stata proclamata beata. Penso sia opportuna una sua celebrazione civile e perciò ho proposto una targa (una via esiste già a Milano) e un momento di valorizzazione istituzionale a lei dedicato».

Mercoledì 18 maggio, presso la Sala conferenze di Palazzo Moriggia a Milano (via Borgonuovo 23), si terrà un incontro sulla figura di Armida Barelli con la proiezione del film Armida Barelli milanese instancabile per i giovani, la cultura e la Chiesa, realizzato dalla Cooperativa In Dialogo. Sarà presente il regista Simone Pizzi. Dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, interverranno Ernesto Preziosi, vicepostulatore della causa di beatificazione, e Luca Diliberto, autore del volume Armida Barelli da Milano al mondo. Protagonista al femminile di una società in trasformazione. Modera Francesco Ognibene di Avvenire (vedi qui la locandina).

Vai allo speciale