Presso la proprietà di Cisliano confiscata alla ’ndrangheta settimane di lavoro e formazione per singoli, gruppi e famiglie nell’ambito dell’iniziativa «Scegli da che parte stare»

masseria
La Masseria di Cisliano

Un’esperienza estiva di volontariato all’insegna della legalità: è quella che Caritas Ambrosiana propone a singoli, gruppi e famiglie presso La Masseria di Cisliano (proprietà confiscata alla ’ndrangheta), nel contesto dell’iniziativa «Scegli da che parte stare», organizzata per il quarto anno dall’associazione Una Casa Anche Per Te (U.c.a.p.te), con il patrocinio del Comune di Cisliano e la collaborazione di Cgil Lombardia, La Barriera, Camera del Lavoro di Milano, Cgil Ticino Olona e Coop Lombardia.

La Masseria è un bene confiscato in via definitiva il 13 ottobre 2014 al clan Valle-Lampada. Si estende su un’area di circa 10 mila mq ed è composto da una palazzina con quattro appartamenti, due sale ristorante, un chiosco bar, una sala per feste, un giardino con piscina e un salone polivalente per esposizioni e riunioni. Fino al maggio del 2015 è stata oggetto di continui atti vandalici. Poi U.c.a.p.te, insieme alla Caritas della Zona VI (guidata da don Massimo Mapelli) e al Comune di Cisliano, si è fatta carico della sua tutela e del suo utilizzo a scopi sociali. Grazie a campi di volontariato e alle Giornate di responsabilità sociale gli spazi comuni, ripuliti e sanati, sono stati utilizzati per riunioni e feste. Nell’aprile di quest’anno, inoltre, a U.c.a.p.te è stata assegnata provvisoriamente anche una villetta sita nel Comune di Arluno, anch’essa posta sotto sequestro alla ’ndrangheta. Così come la Masseria ha ancora bisogno di lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione, anche la villetta deve essere sistemata per poter essere riutilizzata.

Nell’esperienza proposta si potrà praticare “in concreto” l’antimafia e la giustizia sociale. La settimana è suddivisa tra attività manuali, iniziative formative, incontri con realtà sociali, testimonianze e momenti di socializzazione. Si approfondiranno temi quali la Costituzione, i beni confiscati, i beni comuni. Il campo sarà organizzato anche in base alle capacità dei partecipanti, ognuno dei quali sarà messo nelle condizioni di contribuire in base alle proprie competenze. Attraverso la condivisione si acquisiranno nuove conoscenze e strumenti per poter scegliere “da che parte stare”. L’esperienza sarà sicuramente ricca e impegnativa, sia per le attività lavorative, sia per i diversi momenti formativi: attraverso questi ultimi, infatti, verrà tracciato un percorso graduale e intenso che aiuterà i partecipanti a comprendere e ad ambientarsi nel particolare clima cooperativo.

L’alloggio è direttamente presso La Masseria (via Cusago 2), che dispone di 30 posti-letto in camere divise tra maschi e femmine. L’alimentazione è gestita dai responsabili del campo in collaborazione con i partecipanti e pensata per tutte le esigenze. La sicurezza è garantita dalla presenza 24 ore su 24 di personale coadiuvato da volontari, in numero adeguato ai partecipanti; verrà stipulata un’assicurazione infortuni.

Ecco i campi previsti (arrivo alle 10, partenza entro le 12): 24-30 giugno; 1-7 luglio; 8-14 luglio; 15-21 luglio; 22-28 luglio; 29 luglio – 4 agosto; 26 agosto – 1 settembre (settimana dedicata ai ragazzi delle scuole medie, non residenziale, dalle 8.30/9 alle 17). Costo individuale di partecipazione, 140 euro. Per informazioni: Elena (337.1474316); Rita (338.1477568); unacasaancheperte@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi