Redazione

Nella ricorrenza della festa del patrono dei giornalisti e degli scrittori, San Francesco di Sales, per l’Arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, è consuetudine cogliere l’occasione per discutere con i giornalisti di alcuni temi d’attualità che sono oggetto di analisi e commenti sui mezzi di comunicazione.

Sabato 26 gennaio, dunque, il cardinal Tettamanzi dialogherà con Paolo Mieli, direttore del Corriere della Sera, sul tema "Immigrati in prima pagina. Parole abusate, parole dimenticate". L’incontro si terrà a Milano, alle ore 10, presso l’Ambrosianeum (via delle Ore, 3).

Il dialogo fra Mieli e Tettamanzi sarà introdotto da Marco Garzonio (presidente Ambrosianeum), da un’analisi statistica su come i giornali parlano di stranieri (Tomaso Zanda, giornalista) e dal racconto dell’esperienza di Piero Colaprico (giornalista) che ha seguito per un anno lo svolgersi quotidiano della vita di un immigrato clandestino.

La scelta del tema dell’incontro è in sintonia con papa Benedetto XVI che nei giorni scorsi ha diffuso il suo messaggio per la Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali dal titolo “I mezzi di comunicazione sociale: al bivio tra protagonismo e servizio. Cercare la verità per condividerla”.

Lo scorso anno al centro del dibattito ci fu il rapporto tra media e minori e le relative responsabilità di comunicatori ed editori (sul portale della Diocesi di Milano, atti e foto dell’edizione 2007).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi