Le storie di famiglie che accolgono, la webradio più incredibile d’Italia, la rubrica di Gianni Mura, il racconto inedito di Maurizio Maggiani

Scarp

Il numero 188 del rinnovato Scarp de’ tenis sarà in distribuzione da domenica 1 febbraio con alle spalle la grande soddisfazione di aver visto esaurite le copie del primo numero del nuovo corso che conteneva la storia inedita ed esclusiva di Dylan Dog. Il viaggio di Scarp continua, come ogni mese da vent’anni ormai, per raccontare la marginalità sotto altri punti di vista, senza mai dimenticare le buone pratiche e soprattutto le belle storie. Lo fa anche grazie ai numerosi e qualificati editorialisti che regalano, attraverso la loro presenza precisa e puntuale, storie e riflessioni che raramente trovano spazio altrove e che Scarp raccoglie nell’hashtag #solosuscarp.

Le storie di Gianni Mura e “Il taglio” di Colaprico

Storie eccezionali come quella di Elseid Hysaj. La racconta Gianni Mura nella sua rubrica fissa “Le storie di Mura” dove tratteggia sul numero in uscita il ritratto di Elseid Hysaj. Suo padre Gzim, muratore albanese, sbarcò in Italia nel 1994 su un gommone. Grazie anche alla caparbietà di Gzim, ora Elseid ha i tratti del campione, gioca in serie A, nell’Empoli e ha un futuro roseo davanti.

Da non perdere anche la bella riflessione di Piero Colaprico che, dopo i sanguinosi e terribili fatti di Parigi, investiga “Quella zona grigia dentro i nemici della libertà di pensiero” che genera gli “orroristi” della porta accanto.

“Colpevoli” di integrazione volontaria

La storia di apertura e di copertina racconta l’integrazione dentro casa. Storie di vicinanza e vicinato, di famiglie tutte diverse tra loro ma accomunate dalla voglia di conoscere i propri vicini e che sono unite nella lotta all’illegalità. Dall’housing sociale, alle social street, dai comitati di cittadine nella case Aler, ai progetti sociali per adolescenti di quartieri a rischio attivati da parrocchie e associazioni. Il viaggio di Scarp dentro alcune realtà che cercano di farcela. Insieme. Nonostante tutto.

E ancora:

Regina, una radio per rinascere. Una webradio a Cattolica, che sta nel sottoscala di Daniele, il padre di questa incredibile avventura. Una banda di “disc jockey per caso” con storie disparate alle spalle. Come Alessandro. Alla radio oltre a mettere musica propone anche un quiz. A rispondere sono sempre suo padre e suo fratello. Ma spera di allargare la platea.

Il tango? Si balla a occhi chiusi. Alla scoperta del progetto “Ballare a occhi chiusi” dell’associazione Retinite Pigmentosa onlus, che aiuta chi è affetto da questa patologia, migliorando la vita di tutti giorni. Attraverso corsi di tango argentino.

I rifugiati alla guida del Pedibus. Sandrigo, paese di circa 8.600 abitanti in provincia di Vicenza, ospita dallo scorso 14 settembre una trentina di rifugiati provenienti principalmente da Mali e Gambia. Dopo i primi momenti di difficoltà il gruppo sta iniziando lentamente a farsi ben volere dalla comunità. Da gennaio è partita invece la sperimentazione per supportare le mamme del Pedibus.

L’intervista a Ron. L’impegno per gli ultimi, il ricordo dei grandi amici scomparsi come Lucio Dalla, Mango e Pino Daniele. L’artista si racconta a Scarp de’ tenis.

Il racconto inedito di Maurizio Maggiani

Continua inoltre la serie dei racconti sui Dieci Comandamenti visti dai grandi scrittori. Sul numero in uscita “Non desiderare la donna d’altri” di Maurizio Maggiani.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi