Dopo dieci anni come Vicario, don Nava parte in missione per il Perù. La sua comunità lo accompagna con una serie di iniziative

dontommaso-primadellamessa
Don Tommaso Nava. Nella minigallery momenti del recital

È iniziata nella serata di domenica 17 ottobre la settimana di appuntamenti con cui la parrocchia di Valmadrera saluta e ringrazia don Tommaso Nava dopo dieci anni di ministero come sacerdote tra i ragazzi e i giovani della città.

Classe 1983, sacerdote dal 2008, originario di Acquate, è ora in partenza per la missione di Pucallpa (Perù), 600 mila abitanti, in un territorio vasto come Lombardia e Piemonte, sulle rive del fiume Ucayali davanti al quale la strada si blocca per entrare nella Foresta amazzonica.

A dare inizio al programma di saluti sono stati una cinquantina di giovani saliti sul palco della sala Artefsera per lo spettacolo Musical Middle, ovvero una simpatica riproposizione dei quattro recital che in questi anni i giovani della “Compagnia dello specchio” hanno proposto stimolati da don Tommaso. Così le canzoni di Bennato si sono mischiate a testi di Garinei e Giovannini per Aggiungi un posto a tavola, passando per il palazzo del sultano di Aladin in cui si trovavano per caso anche San Francesco e i suoi primi seguaci protagonisti di Forza venite gente!.

Non una semplice antologia, ma un testo originale che ha strappato risate, visti i chiari riferimenti al vero protagonista della serata: don Tommaso. E al termine dello spettacolo ha anzi rubato la scena con un monologo: «Grazie per avermi fatto rivivere non dei semplici ricordi, ma veri e propri pezzi di storia, di incontri, di abbracci, di sguardi, anche di litigate con ciascuno di voi». Sul palco con lui una cinquantina di giovani, non solo di Valmadrera, ma anche di Civate e Malgrate; ma soprattutto in sala un’intera comunità a dirgli grazie. E, in tema con la serata, don Tommaso ha salutato tutti con una canzone, anche questa tratta da un recital : «Ama e cambia il mondo… senza paure…senza confini». «È questo il mio augurio a tutti», ha detto tra gli applausi.

La settimana continua ora con una Santa Messa giovedì 21, alle 20.45, in chiesa parrocchiale in cui sono invitate le associazioni cittadine e decanali. Venerdì 22 don Tommaso sarà in oratorio dalle 16 fino a sera per salutare ragazzi/e e adolescenti.

Sabato 23 riceverà il Crocefisso in Duomo durante la Veglia missionaria dalle mani dell’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini e domenica festa per tutto il giorno, a partire dalla Santa Messa delle 10.30 celebrata sul campo dell’oratorio. Il cortile di via Bovara diverrà poi un centro di raccolta straordinario di viveri a lunga conservazione (pasta, riso, farina, zucchero, scatolame, olio in latta…). Si puntano a raccogliere i primi dei 120 quintali necessari per riempire un container in partenza per Pucallpa. Sarà il regalo di Valmadrera a don Tommaso e al Perù.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi