Si è svolto durante il weekend del 7-8 luglio il quarto appuntamento regionale dei giovani unitalsiani lombardi dal titolo «Il nostro sì a ciò che ci dirà»

Maria Cristina Porro

Sui passi di Gesù, a partire dal miracolo delle nozze di Cana, 70 giovani dell’Unitalsi Lombarda si sono ritrovati a Milano per vivere il loro quarto incontro regionale. Giovani volontari e disabili dell’Associazione hanno passato insieme il weekend alternando momenti di riflessione a momenti di divertimento.

Dopo essere stati accolti all’Oratorio di Santa Maria di Caravaggio, punto base dell’evento, sono partiti alla volta di Zibido san Giacomo per recarsi presso il Green Dog Club. Lì hanno vissuto un’esperienza fuori dall’ordinario: accompagnati dagli istruttori, si sono improvvisati canoisti e hanno guidato il dragon boat (una canoa a 20 posti), dando ognuno il proprio contributo in misura alle possibilità di ciascuno. La serata si è svolta lungo i navigli, con una passeggiata in compagnia per conoscere meglio chi era alla prima esperienza e rafforzare i legami fra chi già si conosceva.

Nella mattinata di domenica, il culmine dell’incontro: la Santa Messa concelebrata dall’Arcivescovo, mons. Mario Delpini, e dall’Assistente spirituale della Sezione Lombarda, mons. Roberto Busti. Per l’occasione, i giovani sono stati raggiunti dagli altri volontari coi quali operano durante l’anno; in particolare, il Presidente regionale, Vittore De Carli, e i Presidenti delle Sottosezioni. Non ha voluto far mancare la sua presenza nemmeno il Sindaco, Giuseppe Sala, intervenuto alla celebrazione insieme alla madre.

Il saluto di apertura è stato affidato a mons. Busti, che ha ricordato perché proprio quest’anno sia stata scelta Milano come meta: oltre a ricorrere il 160° anniversario delle apparizioni di Lourdes, nel settembre prossimo il Pellegrinaggio diocesano al Santuario sarà presieduto proprio da mons. Delpini, a 60 anni dal Pellegrinaggio guidato da mons. Montini che sarà canonizzato il mese successivo.

L’Arcivescovo, durante l’omelia, si è rivolto a tutti i volontari, chiedendo in particolare ai giovani di essere gli eredi della vita eterna, di testimoniare con la propria vita e per mezzo dell’Unitalsi l’incontro con Cristo, di fare dell’Associazione una comunità che si aiuta con Amore vero e rende viva la speranza, di essere quelli che dicono di sì al bene e di no al male.

Dopo la Santa Messa, il Presidente De Carli ha rivolto i suoi ringraziamenti a mons. Delpini, chiedendogli di portare sempre nel cuore l’Unitalsi, e a ricordo dell’evento gli ha donato una riproduzione della Madonna di Lourdes confezionata in seta comasca. L’Arcivescovo si è poi fermato per salutare coloro che hanno partecipato alla celebrazione e posare per le foto di rito.

A seguire, la grande festa finale, con il pranzo, i regali, i ringraziamenti e i saluti. I partecipanti sono tornati a casa con la consapevolezza di aver regalato con gioia il proprio tempo agli altri, accogliendo e mettendosi al servizio di chi più ne aveva bisogno, e, forti delle emozioni vissute, si sono impegnati a ritrovarsi in occasione dei prossimi appuntamenti che l’Unitalsi avrà da proporgli.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi