Quando si vive in Italia da tanti anni ricordare il Natale celebrato nel proprio Paese provoca nostalgia.

di Cristina Conti

8 - Salvadoregni

Quando si vive in Italia da tanti anni ricordare il Natale celebrato nel proprio Paese provoca nostalgia. Se l’usanza occidentale dell’albero decorato è ormai diffusa un po’ ovunque nel mondo, altrove rimangono usanze culturali e gastronomiche peculiari. «Il Natale in Salvador è molto simile al vostro – premette Idalia Galdamez, in Italia ormai da tanto tempo -. L’unica differenza riguarda il cibo. Per questa festa, infatti, il giorno della vigilia siamo soliti preparare panini ripieni di pollo, con sugo di pomodoro, verdura e insalata. E poi i tamales (a destra, ndr), un piatto tipico sudamericano, involtini a base di farina di mais, ripieno di carne e verdura».

(da «Il Segno», dicembre 2018) 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi