Link: https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/missione-possibile-le-buone-pratiche-delleducare-1547330.html
Sirio 26 - 31 maggio 2024
Share

Ragazzi

«Missione possibile», le buone pratiche dell’educare

Due appuntamenti promossi da Fom e Cordata educativa: il 21 febbraio alla Comunità Kayros, l’8 marzo in un oratorio a Desio. Iscrizioni online

di Lorenzo Garbarino

13 Febbraio 2023
Foto Agenzia Fotogramma

Due appuntamenti rivolti a educatori ed educatrici, volontari dell’oratorio, dirigenti e allenatori delle società sportive e a quanti vogliano approfondire temi che si sono imposti d’attualità in questo periodo. Un confronto promosso dalla Fom, realizzato in collaborazione con i membri della Cordata educativa diocesana «Missione possibile» (leggi qui) e in coordinamento con la Sezione Sport (vedi qui la locandina).

Uno sguardo sul Beccaria, per valutare buone pratiche con i ragazzi

Il primo incontro (vedi qui la locandina) è previsto martedì 21 febbraio, alle 21, presso la Comunità Kayros di Vimodrone (via XV Martiri 26), per dare uno sguardo dentro la situazione del Carcere minorile Cesare Beccaria (durante le feste di Natale teatro di una evasione che ha destato parecchio scalpore, leggi qui) e tentare di intercettare i ragazzi che restano fuori dai circuiti educativi diocesani. Si valuteranno le “buone pratiche” da mettere in atto attraverso l’oratorio e le società sportive e coinvolgendo l’associazionismo, il volontariato e le realtà caritative. Alla tavola rotonda «Quei ragazzi lì dentro, quei ragazzi lì fuori…» interverranno don Claudio Burgio (Comunità Kayros), Luciano Gualzetti (direttore di Caritas ambrosiana), Massimo Achini (presidente del Csi Milano) e don Stefano Guidi (direttore della Fom).

Il caso Farfalle per capire il rapporto fra ragazze e sport

Il secondo incontro sarà invece mercoledì 8 marzo, alle 21, all’Oratorio Beata Vergine Immacolata in via Achille Grandi 32 a Desio (località dove è scoppiato il caso delle “Farfalle azzurre” della ginnastica artistica, leggi qui), per capire il rapporto esistente fra le ragazze adolescenti e lo sport: quali sono le “derive” che vanno oltre il limite e non permettono di integrare sport e vita a ragazze che stanno vivendo un periodo di crescita spesso complicato come l’adolescenza? «Quando dire basta? Sport e ragazze adolescenti» sarà una serata “al femminile”, ascoltando testimonianze e chiedendo a esperti di valutare il “da farsi”

Occorre segnalare online la propria partecipazione:
Vimodrone 
Desio