Appuntamento in Duomo alle 15 (ingresso possibile dalle 13 con tesserino o pass) sul tema «Chiamati a manifestare l’amore della comunità ai fratelli sofferenti»

di monsignor Claudio MAGNOLI
Responsabile Servizio diocesano per la Pastorale liturgica

ministri-straordinari

I Ministri straordinari della Comunione eucaristica, «visitando i malati o gli anziani e portando loro l’Eucaristia e la Parola, manifestano l’attenzione dei pastori e l’amore della comunità ai fratelli sofferenti che non possono frequentare la chiesa». Si ispira a queste parole del Sinodo diocesano XLVII l’incontro che si terrà in Duomo nel pomeriggio di sabato 22 settembre, dalle 15 alle 16.30, all’insegna del titolo «Chiamati a manifestare l’amore della comunità ai fratelli sofferenti».

L’arcivescovo Mario Delpini, che presiederà l’incontro, avrà modo di esprimere, da un lato, la gratitudine della Diocesi per il ministero che svolgono con «esemplare dedizione» (cfr Lettera pastorale Cresce lungo il cammino il suo vigore, p. 23) e di indicare, dall’altro, uno stile di servizio sempre più improntato alla carità.

I compiti dei Ministri straordinari della Comunione eucaristica sono cresciuti nel tempo e spesso capita di vederli nelle assemblee eucaristiche domenicali coadiuvare i sacerdoti e i diaconi nella distribuzione della comunione ai fedeli. Questo compito, pur necessario in molti casi, non è però né la prima, né la più importante ragion d’essere del loro ministero. Il cuore del loro servizio rimane la comunione portata ai malati e agli anziani che, pur desiderandolo, non possono più frequentare la chiesa. Come missionari inviati dal Signore per il tramite dei sacerdoti (parroci e cappellani ospedalieri), essi si recano nelle abitazioni private, nelle case di cura e di riposo, nelle cliniche e negli ospedali perché nessuno che lo desideri sia privato della comunione a Cristo, Parola e Pane di vita.

Perché l’incontro si svolga al meglio e risulti per tutti i partecipanti un momento di gioia condivisa, è necessario ricordare anche qualche nota tecnica.

Si consiglia di arrivare per tempo, in ragione del fatto che per l’ingresso in Duomo, che potrà essere fatto esclusivamente dalle porte in facciata a partire dalle 13, è previsto un controllo rigoroso per ragioni di sicurezza.

Per ragioni organizzative sarà necessario segnalare al Servizio per la Pastorale liturgica la propria presenza entro venerdì 14 settembre (tel. 02.8556345 – ore 9-13; fax 02.8556302; liturgia@diocesi.milano.it).

Occorrerà avere il tesserino o, in mancanza del tesserino, essere dotati di un pass, che potrà essere ritirato in curia da lunedì 17 a venerdì 21 settembre.

L’invito è dunque rivolto a tutti i Ministri straordinari della Comunione eucaristica che esercitano già il loro ministero e anche a coloro che, nel corso di questo anno pastorale, si prepareranno a farlo.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi