«Ritornate a me!», da Busto Arsizio la proposta di un canto per pregare con le parole di papa Francesco

papa preghiera per umanita coronavirus WAAABV
La benedizione del Papa sul sagrato di San Pietro

Lo scorso 27 marzo abbiamo partecipato al momento straordinario di preghiera guidato da papa Francesco, al termine del quale è stata impartita la Benedizione Urbi et Orbi.

Le parole del Santo Padre risuonano ancora nel nostro cuore. Isaia Ravelli, giovane organista della Basilica di San Giovanni Battista a Busto Arsizio, ha composto un canto per fissare nella musica questo momento così significativo e partecipato. Anche in questo tempo travagliato vogliamo elevare la nostra supplica al Padre: la musica abbatta i muri che ci separano, insieme rispondiamo all’invito di Gesù che ci chiede di ritornare a Lui con tutto il cuore.

Ritornate a me!, questo il titolo del canto. Il testo del ritornello è tratto dal Vangelo di Marco (Mc 4,40) e dal libro di Gioele (Gl 2,12), il testo delle strofe ricalca le parole dell’omelia del Santo Padre. Qui il canto eseguito da Valeria Bottacin e Isaia Ravelli, in allegato lo spartito.

Come ci ha invitato l’Arcivescovo durante la celebrazione della quinta domenica di Quaresima, «siate fiori che cantano: irradiate la gioia perché il mondo sta morendo di tristezza. Cantate liete canzoni!» La preghiera in musica possa ridare speranza e contagiare di gioia i cuori di chi ascolta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi