Sarà l’Arcivescovo a premiare i vincitori della prima edizione del riconoscimento intitolato al Cardinale scomparso il 31 agosto 2012. Nel pomeriggio concerto in Duomo e Messa in San Fedele

martini

Nel giorno del compleanno del cardinale Carlo Maria Martini, un’occasione per onorarne l’eredità attraverso la valorizzazione di studi compiuti nella sua memoria e per riascoltarne la voce e l’insegnamento grazie ad alcuni audio e video. Avrà questo significato la cerimonia di consegna del Carlo Maria Martini International Award 2013, che la Diocesi e la Fondazione intitolata al Cardinale scomparso il 31 agosto 2012 promuovono sabato 15 febbraio, alle 11, presso la Sala conferenze della Curia arcivescovile (piazza Fontana 2, Milano). L’ingresso è libero e aperto a tutti fino all’esaurimento dei posti a disposizione. Alla cerimonia interverranno l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola (che consegnerà il riconoscimento ai vincitori), don Virginio Pontiggia, della giuria del Premio, e padre Carlo Casalone S.J., provinciale d’Italia e presidente della Fondazione Carlo Maria Martini.

Lanciato dall’Arcidiocesi il 15 febbraio 2013, il Premio è stato articolato in due sezioni: la prima aperta a scritti e opere rivolti a contribuire allo studio e alla conoscenza del pensiero e della figura di Martini; la seconda finalizzata allo sviluppo del rapporto tra Bibbia e cultura nei suoi vari ambiti. Tra i 140 lavori presentati da 152 concorrenti, la Giuria ha conferito il premio per la prima sezione a Cristiana Dobner per L’eccesso. Tu, Carlo Maria Martini, che dici di Gerusalemme?, saggio che propone la biografia del Cardinale nell’ottica del suo amore per Israele, anche attraverso una selezione di testi poco noti. Sempre nella prima sezione, premio anche a Nicola Salvi per il docu-film Carlo Maria Martini uomo di Dio, che in 55 minuti traccia la parabola di un’esistenza dedicata alla Parola. Per la seconda sezione il premio è stato conferito a Raffaele Mellace per Johann Sebastian Bach. Le Cantate, poderosa monografia che rivolge una specifica attenzione alla cultura letteraria, religiosa e teologica del compositore. Premiati anche tre giovani studiosi vietnamiti, Nguyen Dinh Anh Nhue, Tran Thi Ly e Jb. Pham Quy Trong, per The Bible and asian culture. Reading the Word of God in its cultural background and in the Vietnamese context, un lavoro che funge da stimolo per lo sviluppo di altre ricerche sul rapporto tra la Bibbia e la cultura asiatica. Speciali menzioni sono state assegnate a Marco Garzonio per Il profeta. Vita di Carlo Maria Martini (Mondadori), Damiano Modena per Carlo Maria Martini. Il silenzio della Parola (San Paolo – Corriere della Sera) e Aldo Maria Valli per Storia di un uomo (Ancora).

La cerimonia di premiazione sarà condotta da Annamaria Braccini e sarà accompagnata da Federica Peruzzini (flauto traverso), Roberta Zacheo (arpa) e Annalisa Ferrara (pianoforte), che eseguiranno l’Andantino dal Concerto per flauto e arpa di Wolfgang Amadeus Mozart e La Vergine degli Angeli di Giuseppe Verdi. Il trio nasce dall’incontro delle musiciste nel Conservatorio “G. Cantelli” di Novara. Grazie alla collaborazione col Centro Esagramma di Milano, presso il quale hanno conseguito il master in MusicoTerapiaOrchestrale, le tre giovani approfondiscono la loro conoscenza e decidono di suonare insieme. Brillantemente diplomate presso il Conservatorio di appartenenza – Roberta Zacheo in arpa, Federica Peruzzini in flauto e Annalisa Ferrara in pianoforte -, hanno condotto studi paralleli coronati da altrettanti successi: Roberta è laureata in giurisprudenza, Federica in neuropsicomotricità infantile delletà evolutiva, mentre Annalisa conseguirà quest’anno il diploma in canto lirico come soprano lirico leggero. Le tre musiciste affiancano all’attività professionale il loro perfezionamento musicale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi