Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Liturgia

Formazione e festa negli atelier di «Exsultet!»

Sabato 1° giugno a Monza il primo incontro diocesano per gli animatori musicali: parlano alcuni tra gli organizzatori degli eventi della mattinata. Già aperte le iscrizioni

di Emilia FLOCCHINI

29 Aprile 2024
Fabio Soren

Un incontro aperto a coristi, voci guida, direttori, strumentisti e appassionati, dove la gioia di fare musica si accompagna al desiderio di offrire alle comunità un servizio liturgico sempre migliore. Questo è «Exsultet! – Un popolo che suona canta ascolta con passione», che si svolgerà a Monza sabato 1° giugno (vedi qui il pieghevole).

La collaborazione di Cori Lombardia

Ad affiancare i collaboratori della Pastorale liturgica, di cui condivide i valori e l’impegno, è Cori Lombardia, associazione che riunisce tutte le corali amatoriali della Regione. «Diamo supporto per quello che riguarda in parte la comunicazione e, nello specifico, la realizzazione di alcuni laboratori che hanno più a che fare con il canto e con la musica corale», spiega Edoardo Alquati, presidente di Cori Lombardia. Più precisamente, «l’atelier di vocalità di base, quello di direzione corale, a cui collaborerà il coro Anthem di Monza, che fa parte della nostra rete, e il Lab Under 30, dedicato appunto ai giovani cantori».

La genesi del progetto

Fabio Soren, direttore del Coro decanale di Monza e corsista al primo anno della scuola di formazione Te Laudamus, racconta invece com’è nata l’idea di questo incontro: «Don Riccardo Miolo ha pensato di portare l’attenzione alla formazione di tutti gli operatori liturgici e musicali, già caratteristica di Te Laudamus, nel territorio della diocesi».

È il primo anno di questa iniziativa, nata nella Sezione Musica Liturgica del Servizio per la Pastorale liturgica e realizzata anche con il contributo del Coro decanale di Monza, che negli anni Novanta in città animava gli incontri della Scuola della Parola voluta per i giovani dal cardinale Martini e attualmente è impegnato in vari appuntamenti, come la Messa vigiliare mensile all’Ospedale San Gerardo di Monza.

Edoardo Alquati

Un’intensa mattinata di formazione

La mattinata di formazione è veramente intensa, come si usa nei festival e negli eventi di stampo europeo. Secondo Alquati, ha un certo vantaggio: «Il senso di urgenza suscitato da questa modalità intensiva di formazione spinge al massimo l’attenzione e la concentrazione, favorisce un atteggiamento attivo e propositivo e crea le condizioni ottimali per veicolare il contenuto proposto. L’esperienza insegna come i partecipanti agli atelier vivano un’attività molto coinvolgente e immersiva, che aiuta a creare l’entusiasmo necessario a proseguire la propria formazione anche in contesti e modalità più tradizionali». Per Soren, invece, «il vantaggio è allontanarsi dal centro e avvicinarsi alle parrocchie».

Gli atelier di Exsultet! si svolgeranno in alcune sale del centro storico di Monza, con una particolarità che Alquati descrive così: «Per alcuni laboratori, per esempio quelli di strumento, di direzione corale e quello dedicato ai ragazzi, è stato scelto di fare una proposta unica, in modo che l’argomento potesse essere approfondito al meglio. Altri atelier hanno una durata più contenuta, ma si ripetono due volte nell’arco della mattinata, in modo che i partecipanti possano frequentare due attività diverse in altrettante fasce orarie; questo naturalmente in base alle specificità dell’atelier e ai tempi ottimali per un apprendimento efficace».

La proposta formativa e le modalità d’iscrizione

La proposta formativa completa, visualizzabile qui, è ampia e variegata: spazia da laboratori pratici a incontri più teorici ed è adatta sia a chi ha una preparazione musicale pregressa, sia a quanti si accostano per la prima volta a esperienze di canto, ritmica e lettura della partitura.

Le iscrizioni sono già aperte, previa registrazione, sul sito del Centro Pastorale Ambrosiano: la quota d’iscrizione è di 15 euro, ridotta a 8 euro per chi ha meno di 27 anni.

Nelle prossime settimane approfondiremo le altre declinazioni di questa iniziativa: gle conferenze del pomeriggio e la Messa conclusiva.