Share

Emergenza

Dopo il sisma Caritas Ambrosiana solidale col Marocco

Contatti con le Caritas locali, avviata raccolta fondi. Dalla Cei 300 mila euro, appello anche a donatori e fedeli ambrosiani

11 Settembre 2023
Foto Ansa / Sir

La rete internazionale Caritas, e in essa Caritas Italiana, con le sue articolazioni diocesane, si è attivata per valutare come aiutare le popolazioni del Marocco, duramente colpite dal fortissimo terremoto sviluppatosi nella notte tra venerdì 8 e sabato 9 settembre.

La Chiesa italiana, tramite la Conferenza episcopale, ha stanziato 300 mila euro dai fondi 8×1000 per gli aiuti immediati. Caritas Ambrosiana, dal canto suo, lancia una raccolta fondi, il cui ricavato sarà destinato, secondo uno stile d’azione consolidato in precedenti esperienze, a finanziare interventi d’urgenza, nel breve periodo, poi di riabilitazione e ricostruzione, nel medio e lungo periodo.

Caritas ha scelto invece di non dare vita a raccolte dirette di aiuti materiali, e di non incoraggiarle – a meno che la richiesta non giunga dalle Caritas in Marocco –, per evitare problemi e opacità nelle catene di distribuzione, e che beni provenienti dall’estero abbiano effetti depressivi sulle economie locali.

Con le realtà Caritas in Marocco collabora da anni Caritas Italiana, nell’ambito di progetti a favore di persone vulnerabili (in particolare migranti e minori non accompagnati). La Caritas nazionale e la Caritas diocesana di Rabat si sono attivate sul terreno e hanno preso contatti con le autorità locali dopo la violenta scossa che ha colpito le aree centrali del paese; grazie anche al coordinamento di Caritas Internationalis, si stanno definendo le modalità di collaborazione e gli spazi di operatività, per rispondere ai bisogni delle decine di migliaia di persone sfollate, ferite, colpite dal violento sisma, sia nelle realtà urbane, sia in quelle rurali e montane.

«Faremo sentire la nostra vicinanza – conferma Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana – a comunità che hanno dovuto subire l’impatto di un evento naturale catastrofico, e che in molti casi già vivevano in contesti duri. Invitiamo anche cittadini e fedeli della diocesi di Milano a manifestare la loro generosa, fraterna solidarietà».

Caritas Ambrosiana ha predisposto una pagina internet dedicata, finalizzata a illustrare e aggiornare le modalità di donazione e il contenuto degli aiuti.

Per sostenere la raccolta fondi di Caritas Ambrosiana

CON CARTA DI CREDITO ONLINE 

▪ IN POSTA C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus – Via S. Bernardino 4 – 20122 Milano

▪ CON BONIFICO C/C presso il Banco BPM Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus, IBAN: IT82Q0503401647000000064700

Causale: Emergenza Terremoto Marocco 2023 / Le offerte sono detraibili fiscalmente

Leggi anche

Terremoto
Marocco terremoto

Marocco, il cordoglio del Papa e il sostegno della Chiesa italiana

La «comunione orante» del Pontefice di fronte al catastrofico sisma. Dalla Cei 300 mila euro dai fondi 8x1000