Al Politecnico l’Arcivescovo dialoga con gli universitari cattolici sull’assemblea dei vescovi appena conclusasi e sulla Pastorale universitaria. Il presidente milanese Lorenzo Cattaneo presenta la settimana di convivenza centrata sul concetto di missionarietà

di Marta Valagussa

lorenzo cattaneo Cropped
Lorenzo Cattaneo

La prossima sarà una settimana densa di appuntamenti per la Fuci (Federazione Universitaria Cattolica Italiana). Lunedì 5 novembre, alle 20.45, al Politecnico di Milano (via Giovanni Villani 2), è previsto un momento di confronto con l’arcivescovo Mario Delpini in merito al Sinodo sui Giovani e alla Pastorale universitaria. «Sarà una bella occasione di scambio e dialogo con il nostro Arcivescovo a partire dal Sinodo sui Giovani, al quale egli stesso ha partecipato personalmente, per arrivare poi alla pastorale universitaria milanese – spiega Lorenzo Cattaneo, presidente Fuci di Milano -. La serata di lunedì 5 novembre sarà strutturata attorno al messaggio che Delpini vorrà darci, dopo il quale sarà possibile porre delle domande e dialogare con l’Arcivescovo».

Tutta la settimana di convivenza, che si svolgerà proprio a partire da lunedì 5 novembre, è incentrata sul libro di Giona e sul senso di “missionarietà” che la Fuci deve avere nelle Università. «Ogni sera leggeremo un passo del libro di Giona e cercheremo di riflettere insieme per comprendere, a partire dalla Parola di Dio, come deve essere la nostra presenza in Università – spiega Cattaneo -. Questo interrogativo lo porremo anche all’Arcivescovo, da cui siamo desiderosi di sentire che cosa ha in mente per noi e che cosa desidera per noi e per il futuro della Fuci. La settimana di convivenza è l’occasione concreta che ogni anno scegliamo di darci per trovarci insieme e consolidare i rapporti. Quest’anno abbiamo scelto il Politecnico perché lì abbiamo trovato molti giovani interessati alla Fuci e ai suoi percorsi. L’obiettivo della Fuci è quello di formare ed educare gli studenti di ogni ateneo a vivere il tempo dell’università al meglio, come occasione formativa personale, utile al loro futuro, secondo uno stile di fede, approfondimento e relazione».

Diverse sono le attività proposte e molteplici le iniziative, non solo spirituali e formative, ma anche socio-politiche. Quest’anno il gruppo di studenti universitari della Statale di Milano, per esempio, sta svolgendo un percorso di lectio divina sul Vangelo di Luca e affronta temi di bioetica e di mafia con docenti universitari e specialisti. Nel corso dell’anno sono numerose le occasioni di eventi diocesani a cui partecipa la Fuci: il percorso “No panic” di aiuto e orientamento per gli studenti delle superiori che si apprestano all’esame di maturità; la Notte degli Ulivi, una camminata all’Eremo San Salvatore di Erba che si svolge il mercoledì della settimana santa, approfondendo una figura spirituale particolarmente intensa e cara al mondo della Fuci; la realizzazione del giornale Fuoriorario, con cui aggiornare e formare gli studenti in merito a tematiche di attualità. Aperitivi, cineforum, veglia di preghiera, partita di calcio: il programma della settimana è fitto e intenso, proprio nello stile della Fuci.

Info: www.azionecattolicamilano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi