L’appuntamento verte sui temi del Discorso alla città 2018 e conclude il ciclo che ha fatto tappa nelle Zone II, V e III. Il Vicario di Zona don Novazzi: «Nel nostro piccolo vogliamo creare alleanze». Mercoledì 26 il servizio e le immagini

di Luisa BOVE

biblioteca-cinisello2 Cropped
Il Centro Civico di Cinisello Balsamo

Martedì 25 giugno, alle 21, a Cinisello Balsamo, presso il Centro Civico “Il Pertini” (piazza Confalonieri), l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, incontra sindaci e amministratori locali del territorio della VII Zona pastorale. L’appuntamento verte sui temi del Discorso alla città 2018, «Autorizzati a pensare», e conclude il ciclo che nei mesi scorsi ha fatto tappa a Gazzada (Zona II), Monza (Zona V) e Lecco (Zona III). A Milano, invece, l’Arcivescovo ha fatto visita al Consiglio comunale l’11 febbraio.

«Da tempo pensavamo di riprendere il Discorso di Sant’Ambrogio con l’Arcivescovo – ammette don Antonio Novazzi, Vicario di Zona -, ma dal momento che in alcuni Comuni del nostro territorio erano in calendario le elezioni abbiamo aspettato che si insediassero le nuove amministrazioni e i rispettivi sindaci».

Con quale spirito ci si prepara alla serata?
Il desiderio è quello di ascoltare l’Arcivescovo su alcune puntualizzazioni del Discorso alla città e sui suggerimenti che può dare alle amministrazioni per creare un buon vicinato. Poi daremo spazio alle domande dei sindaci che desidereranno porle. Sarà un’occasione di conoscenza reciproca tra comunità cristiana e comunità civile.

L’Arcivescovo invita spesso a creare alleanze tra Chiesa e istituzioni per il bene comune…
Esatto. Ha ripetuto più volte di creare grandi alleanze, e lo sta facendo anche lui, tanto è vero che è presente in molte occasioni e quando lo invitano partecipa. Ci crede. Anche noi nel nostro piccolo vogliamo creare queste alleanze di attenzione, sapendo che tutti siamo al servizio di un bene più grande di noi.

Sul suo territorio come è stato accolto l’invito a questo incontro?
Diverse amministrazioni mi hanno detto: “Grazie per questo invito che l’Arcivescovo ci rivolge, cerchiamo di essere presenti, perché anche a noi piace ascoltare quello che ci può suggerire per il suo ruolo a servizio della Diocesi, può dare suggerimenti anche a noi che lavoriamo a servizio delle nostre comunità”. A maggior ragione per i credenti in politica, questo è un invito ancora più bello e stimolante.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi