4950 - per_appuntamenti
Redazione Diocesi

«Paolo, servo di Cristo, apostolo per vocazione» è il titolo della mostra sulla vita e sulla personalità di Paolo realizzata dalla parrocchia milanese di San Paolo in occasione dell’Anno paolino.

È stata esposta fino al 15 febbraio al Palasavio in via Cufra 3. Ora diventa itinerante: da oggi fino al 27 marzo infatti si può visitare nella parrocchia Sant’Agostino, in via Melchiorre Gioia 50. La mostra, con possibilità di visite guidate, si compone di 30 pannelli ed è divisa in quattro sezioni:

1. Da Persecutore ad Apostolo: sulla via di Damasco un evento che cambia la vita;
2. Un’Umanità nuova: dall’incontro con Cristo nasce una persona nuova;
3. La Missione: il racconto dell’instancabile fatica missionaria di Paolo;
4. Il Martirio: la fedeltà sino alla fine.

Per i gruppi è possibile concordare l’apertura in altri orari e visitare la mostra accompagnati da una guida (previa prenotazione telefonica allo 02.6071768).

La mostra è stata curata da don Guido Gregoriani, con la collaborazione di Manuela Fribbi, don Mario Maggi, Sergio Palazzi, Marco Palvarini, Alberto Pazzini, Agostino Ravanini, Anna Roda, Barbara Ruscelli, Andrea Ruggii. «Paolo, servo di Cristo, apostolo per vocazione» è il titolo della mostra sulla vita e sulla personalità di Paolo realizzata dalla parrocchia milanese di San Paolo in occasione dell’Anno paolino. È stata esposta fino al 15 febbraio al Palasavio in via Cufra 3. Ora diventa itinerante: da oggi fino al 27 marzo infatti si può visitare nella parrocchia Sant’Agostino, in via Melchiorre Gioia 50. La mostra, con possibilità di visite guidate, si compone di 30 pannelli ed è divisa in quattro sezioni: 1. Da Persecutore ad Apostolo: sulla via di Damasco un evento che cambia la vita; 2. Un’Umanità nuova: dall’incontro con Cristo nasce una persona nuova; 3. La Missione: il racconto dell’instancabile fatica missionaria di Paolo; 4. Il Martirio: la fedeltà sino alla fine. Per i gruppi è possibile concordare l’apertura in altri orari e visitare la mostra accompagnati da una guida (previa prenotazione telefonica allo 02.6071768). La mostra è stata curata da don Guido Gregoriani, con la collaborazione di Manuela Fribbi, don Mario Maggi, Sergio Palazzi, Marco Palvarini, Alberto Pazzini, Agostino Ravanini, Anna Roda, Barbara Ruscelli, Andrea Ruggii.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi