Annesso al Santuario diocesano della famiglia, è stato inaugurato oggi dall'Arcivescovo


Redazione

Questo pomeriggio l’Arcivescovo ha inaugurato a Mesero il Centro di spiritualità familiare annesso al Santuario diocesano della famiglia dedicato a Santa Gianna Beretta Molla, in piazza Europa 2. Dopo la benedizione e l’inaugurazione della nuova struttura, il cardinale Tettamanzi ha presieduto la celebrazione eucaristica nel Santuario.
Il Centro di spiritualità intende mettersi a disposizione del Servizio diocesano per la Famiglia e quindi della Pastorale familiare. È uno spazio aperto a tutte le parrocchie e alle comunità pastorali, ai gruppi e ai movimenti, agli oratori e a quanti sono alla ricerca della propria vocazione. Si pone al servizio di tutti coloro che intendono educarsi o educare altri al senso cristiano della famiglia, attraverso ritiri, conferenze, giornate a tema, giornate bibliche, incontri con il Magistero ecclesiale…
Questi momenti verranno pubblicizzati attraverso il sito internet del Santuario e il Portale diocesano. Altri momenti si potranno costruire insieme alle comunità e ai gruppi che intendono usufruire degli spazi disponibili contattando sempre il rettore del Santuario, don Tiziano Sangalli (tel. 02.9786035).
Il Centro di spiritualità, dedicato (come il Santuario) a Santa Gianna Beretta Molla, dispone di una sala di cinquanta posti, intitolata a Paolo VI, il Papa che ha intuito per primo il valore spirituale ed ecclesiale della vita di Gianna; altre sale sono dedicate a monsignor Carlo Colombo, monsignor Giovanni Battista Guzzetti e monsignor Mario Spezzibottiani. Si tratta di tre sacerdoti che hanno nutrito, nella loro esperienza ministeriale, una grande passione per la famiglia e hanno avviato un significativo lavoro a sostegno dei gruppi familiari e della pastorale per la famiglia. Da questi luoghi di riflessione e di studio, viene naturale il passaggio al Santuario, luogo di preghiera personale e di celebrazione comunitaria. Attraverso un ampio giardino si può anche accedere alla sala parrocchiale dedicata a Giovanni Paolo II. Questa sala può ospitare fino a centoventi persone e, attraversata la strada, si può usufruire della sala della comunità (più di quattrocento posti). Giovanni Paolo II è stato il Papa che ha fortemente sostenuto e portato a termine il percorso di beatificazione e canonizzazione di Santa Gianna e l’ha proposta alla vita e al culto di tutta la Chiesa. Questo pomeriggio l’Arcivescovo ha inaugurato a Mesero il Centro di spiritualità familiare annesso al Santuario diocesano della famiglia dedicato a Santa Gianna Beretta Molla, in piazza Europa 2. Dopo la benedizione e l’inaugurazione della nuova struttura, il cardinale Tettamanzi ha presieduto la celebrazione eucaristica nel Santuario.Il Centro di spiritualità intende mettersi a disposizione del Servizio diocesano per la Famiglia e quindi della Pastorale familiare. È uno spazio aperto a tutte le parrocchie e alle comunità pastorali, ai gruppi e ai movimenti, agli oratori e a quanti sono alla ricerca della propria vocazione. Si pone al servizio di tutti coloro che intendono educarsi o educare altri al senso cristiano della famiglia, attraverso ritiri, conferenze, giornate a tema, giornate bibliche, incontri con il Magistero ecclesiale…Questi momenti verranno pubblicizzati attraverso il sito internet del Santuario e il Portale diocesano. Altri momenti si potranno costruire insieme alle comunità e ai gruppi che intendono usufruire degli spazi disponibili contattando sempre il rettore del Santuario, don Tiziano Sangalli (tel. 02.9786035).Il Centro di spiritualità, dedicato (come il Santuario) a Santa Gianna Beretta Molla, dispone di una sala di cinquanta posti, intitolata a Paolo VI, il Papa che ha intuito per primo il valore spirituale ed ecclesiale della vita di Gianna; altre sale sono dedicate a monsignor Carlo Colombo, monsignor Giovanni Battista Guzzetti e monsignor Mario Spezzibottiani. Si tratta di tre sacerdoti che hanno nutrito, nella loro esperienza ministeriale, una grande passione per la famiglia e hanno avviato un significativo lavoro a sostegno dei gruppi familiari e della pastorale per la famiglia. Da questi luoghi di riflessione e di studio, viene naturale il passaggio al Santuario, luogo di preghiera personale e di celebrazione comunitaria. Attraverso un ampio giardino si può anche accedere alla sala parrocchiale dedicata a Giovanni Paolo II. Questa sala può ospitare fino a centoventi persone e, attraversata la strada, si può usufruire della sala della comunità (più di quattrocento posti). Giovanni Paolo II è stato il Papa che ha fortemente sostenuto e portato a termine il percorso di beatificazione e canonizzazione di Santa Gianna e l’ha proposta alla vita e al culto di tutta la Chiesa.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi