Il gesto compiuto dall'Arcivescovo durante la messa "in coena Domini": «Il loro esempio e quello di tutti gli altri operatori sia beneficamente contagioso per le nostre comunità cristiane»

Mauro COLOMBO
Redazione

Significativo gesto compiuto dall’Arcivescovo nel corso della messa in coena Domini, nella quale è stata fatta memoria dell’istituzione dell’Eucarestia e della lavanda dei piedi che Gesù fece ai discepoli durante l’Ultima Cena. Il cardinale Tettamanzi ha ripetuto quell’atto nei confronti di alcuni volontari impegnati nell’attività del Fondo Famiglia-Lavoro, persone attive «ascoltando, consigliando, aiutando chi è in difficoltà a causa della perdita dell’occupazione».
Ricordando quel «gesto d’amore» compiuto da Cristo alla vigilia della sua Passione, l’Arcivescovo ha sottolineato che «ho lavato i piedi a loro per dire del desiderio mio e di tutta la nostra Chiesa di essere a servizio di chi soffre gli effetti della crisi economica. La raccolta di fondi procede bene, i primi contributi sono stati erogati. Ma determinante sarà lo stile con il quale compiamo questi gesti: deve sempre riproporre quel gesto d’amore del Maestro». E ha poi continuato: «Ho lavato i piedi a questi dodici: il loro esempio e quello di tutti gli operatori del Fondo sia beneficamente contagioso per le nostre comunità cristiane».
Ecco l’elenco dei volontari a cui il Cardinale ha lavato i piedi, con l’indicazione del distretto decanale o della realtà associativa a cui fanno riferimento: Gian Luigi Balestra (Affori), Armando Robecchi (Baggio), Felice Giuliano Tacconi (Turro), Alessandro Dalessio (Quarto Oggiaro), Giuseppe Calbi (Romana Vittoria), Aurelio Livraghi (Magenta), Emilio Fedi (Cologno) Acli, Cesare Martinelli (Tradate) Acli, Giovanni Spinelli (Desio) Acli, Giuseppe Pezzali (Melegnano) Acli, Gianpaolo Boiocchi (Turro) Acli, Francesco Traina (Gallaratese) Acli.
Ricordiamo che al 9 aprile i contributi erogati al Fondo assommano a 3.670.037,38 euro. Il 2 aprile sono stati liquidati i primi 6 contributi, mentre entro fine mese sarà liquidato un altro numero consistente di contributi. Le persone che hanno iniziato la pratica per accedere ai benefici del Fondo sono oltre 1000. Sul territorio sono attivi 60 sportelli dove possono rivolgersi gli interessati. Significativo gesto compiuto dall’Arcivescovo nel corso della messa in coena Domini, nella quale è stata fatta memoria dell’istituzione dell’Eucarestia e della lavanda dei piedi che Gesù fece ai discepoli durante l’Ultima Cena. Il cardinale Tettamanzi ha ripetuto quell’atto nei confronti di alcuni volontari impegnati nell’attività del Fondo Famiglia-Lavoro, persone attive «ascoltando, consigliando, aiutando chi è in difficoltà a causa della perdita dell’occupazione».Ricordando quel «gesto d’amore» compiuto da Cristo alla vigilia della sua Passione, l’Arcivescovo ha sottolineato che «ho lavato i piedi a loro per dire del desiderio mio e di tutta la nostra Chiesa di essere a servizio di chi soffre gli effetti della crisi economica. La raccolta di fondi procede bene, i primi contributi sono stati erogati. Ma determinante sarà lo stile con il quale compiamo questi gesti: deve sempre riproporre quel gesto d’amore del Maestro». E ha poi continuato: «Ho lavato i piedi a questi dodici: il loro esempio e quello di tutti gli operatori del Fondo sia beneficamente contagioso per le nostre comunità cristiane».Ecco l’elenco dei volontari a cui il Cardinale ha lavato i piedi, con l’indicazione del distretto decanale o della realtà associativa a cui fanno riferimento: Gian Luigi Balestra (Affori), Armando Robecchi (Baggio), Felice Giuliano Tacconi (Turro), Alessandro Dalessio (Quarto Oggiaro), Giuseppe Calbi (Romana Vittoria), Aurelio Livraghi (Magenta), Emilio Fedi (Cologno) Acli, Cesare Martinelli (Tradate) Acli, Giovanni Spinelli (Desio) Acli, Giuseppe Pezzali (Melegnano) Acli, Gianpaolo Boiocchi (Turro) Acli, Francesco Traina (Gallaratese) Acli.Ricordiamo che al 9 aprile i contributi erogati al Fondo assommano a 3.670.037,38 euro. Il 2 aprile sono stati liquidati i primi 6 contributi, mentre entro fine mese sarà liquidato un altro numero consistente di contributi. Le persone che hanno iniziato la pratica per accedere ai benefici del Fondo sono oltre 1000. Sul territorio sono attivi 60 sportelli dove possono rivolgersi gli interessati.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi