L'esperienza proposta dall'Ac consiste in due o quattro settimane di vita in comune seguiti da un responsabile e da un sacerdote


Redazione

Sei un giovane dai 19 ai 30 anni? Vuoi sperimentare un mese, o due settimane, di vita in comune, a misura di “giovane laico”? Qualcosa che ti faccia gustare concretamente la bellezza e la fatica dell’essere comunità, ma che non ti distolga dai tuoi impegni di studio o lavoro e dalle scelte che già hai compiuto? La Casa di Zaccheo aspetta proprio te.
L’Azione Cattolica Ambrosiana propone questa esperienza di vita formativa nel quale i giovani possono sperimentare il confronto e la condivisione, pure se provenienti da storie e percorsi diversi. Nella Casa di Zaccheo, la vita quotidiana di ciascuno, scandita dagli impegni di studio o lavoro, viene condivisa con altri sette giovani, vivendo insieme in un appartamento (in via Bergamini 10 a Milano, proprio davanti all’Università Statale), per un periodo di un mese o di due settimane, dalla domenica sera al sabato mattina di quattro o due settimane dopo. Tutti i giovani che volessero vivere un periodo ricco di incontro, confronto e condivisione di diverse esperienze, non possono mancare.
La comunità ospita al massimo 4 ragazzi e 4 ragazze. All’interno è prevista la presenza di un giovane responsabile di Ac che li aiuta, anche dal punto di vista pratico, a entrare in pieno nello spirito dell’esperienza. La comunità è anche seguita e accompagnata nel cammino spirituale dall’assistente dei giovani di Ac. Nella scansione della giornata sono previsti alcuni momenti comuni. Si comincia la giornata con la celebrazione delle lodi e poi prima della cena un momento di silenzio per la riflessione e lo scambio. La cena serale è in comune. La serata prosegue con l’organizzazione di momenti insieme, di carattere culturale o di incontro con testimoni o gruppi, sfruttando le tante opportunità che la città di Milano offre e sempre nel rispetto degli impegni di ciascuno.
La celebrazione dell’Eucaristia è settimanale e la domenica sera si tiene un momento di verifica settimanale. C’è la possibilità, durante i week-end passati in comunità, di aderire a iniziative di servizio aperte al territorio. Ogni gruppo, a partire dal progetto della comunità e dalle proprie esigenze e desideri, organizzerà i tempi secondo le necessità comuni. È prevista la gestione delle attività domestiche secondo un sistema di divisione dei compiti. A ogni giovane è richiesto un contributo di 168 euro per il turno di un mese (140 euro per gli iscritti all’Ac) o di 98 euro per il turno di due settimane (70 euro per gli iscritti all’Ac). Tale cifra costituirà la cassa comune che il gruppo gestirà per la spesa alimentare, il telefono, i giornali, ecc.
Info e iscrizioni: Greta Frantoi (abfranz@tin.it – settori@azionecattolicamilano.it – www.azionecattolicamilano.it – tel. 02.58391328). Sei un giovane dai 19 ai 30 anni? Vuoi sperimentare un mese, o due settimane, di vita in comune, a misura di “giovane laico”? Qualcosa che ti faccia gustare concretamente la bellezza e la fatica dell’essere comunità, ma che non ti distolga dai tuoi impegni di studio o lavoro e dalle scelte che già hai compiuto? La Casa di Zaccheo aspetta proprio te.L’Azione Cattolica Ambrosiana propone questa esperienza di vita formativa nel quale i giovani possono sperimentare il confronto e la condivisione, pure se provenienti da storie e percorsi diversi. Nella Casa di Zaccheo, la vita quotidiana di ciascuno, scandita dagli impegni di studio o lavoro, viene condivisa con altri sette giovani, vivendo insieme in un appartamento (in via Bergamini 10 a Milano, proprio davanti all’Università Statale), per un periodo di un mese o di due settimane, dalla domenica sera al sabato mattina di quattro o due settimane dopo. Tutti i giovani che volessero vivere un periodo ricco di incontro, confronto e condivisione di diverse esperienze, non possono mancare.La comunità ospita al massimo 4 ragazzi e 4 ragazze. All’interno è prevista la presenza di un giovane responsabile di Ac che li aiuta, anche dal punto di vista pratico, a entrare in pieno nello spirito dell’esperienza. La comunità è anche seguita e accompagnata nel cammino spirituale dall’assistente dei giovani di Ac. Nella scansione della giornata sono previsti alcuni momenti comuni. Si comincia la giornata con la celebrazione delle lodi e poi prima della cena un momento di silenzio per la riflessione e lo scambio. La cena serale è in comune. La serata prosegue con l’organizzazione di momenti insieme, di carattere culturale o di incontro con testimoni o gruppi, sfruttando le tante opportunità che la città di Milano offre e sempre nel rispetto degli impegni di ciascuno.La celebrazione dell’Eucaristia è settimanale e la domenica sera si tiene un momento di verifica settimanale. C’è la possibilità, durante i week-end passati in comunità, di aderire a iniziative di servizio aperte al territorio. Ogni gruppo, a partire dal progetto della comunità e dalle proprie esigenze e desideri, organizzerà i tempi secondo le necessità comuni. È prevista la gestione delle attività domestiche secondo un sistema di divisione dei compiti. A ogni giovane è richiesto un contributo di 168 euro per il turno di un mese (140 euro per gli iscritti all’Ac) o di 98 euro per il turno di due settimane (70 euro per gli iscritti all’Ac). Tale cifra costituirà la cassa comune che il gruppo gestirà per la spesa alimentare, il telefono, i giornali, ecc.Info e iscrizioni: Greta Frantoi (abfranz@tin.it – settori@azionecattolicamilano.it – www.azionecattolicamilano.it – tel. 02.58391328).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi