Tra i prossimi appuntamenti del nuovo anno associativo, gli incontri con l'ex presidente nazionale Luigi Alici (17 ottobre) e padre Bartolomeo Sorge (31 ottobre)


Redazione

Il nuovo anno associativo per gli Adulti dell’Azione Cattolica ambrosiana ha due parole-chiave, come ci racconta Paola Cova: «Quest’anno le parole importanti nel nostro settore sono Relazioni e Persone. L’invito a cui vogliamo aderire è infatti quello di mettere al centro “le persone”, costruendo con esse relazioni e rapporti vivi, ricchi, empatici, di qualità. Una qualità che nasce dallo scoprire che Gesù è il centro di tutte le nostre relazioni e del nostro essere in cammino con gli altri. È Lui il “filo rosso” che ci lega e ci rende fratelli nell’umanità e nella fede».
L’itinerario formativo di qualche anno fa invitava a essere uomini e donne «stra-ordinari» offrendo alle persone vicine un supplemento d’amore capace di dimostrare che è sempre possibile andare oltre; perdersi, senza riserve, perché è così che si guadagna la «vita vera».
«Quest’anno – dice Paola Cova – vogliamo scoprire come la capacità di rendere “stra-ordinario” ogni incontro, è in grado di dare un senso profondo alle relazioni che viviamo ogni giorno, senza mai darle per scontate. Ci siamo chiesti come può avvenire tutto questo. Crediamo sia importante vincere le paure, abbattere gli steccati, superare le chiusure, per costruire percorsi nuovi di accoglienza reciproca e di fraternità. In tutto questo Gesù resta il nostro compagno di viaggio».
A seguito di tali premesse, il programma dell’anno si sviluppa secondo tre direttrici: la relazione con Dio, le relazioni associative e le relazioni di corresponsabilità con tutti i soci.
Infine, scorriamo le proposte forti, autunnali, degli adulti di Ac. Il 17 ottobre, alle 15, presso l’auditorium del santuario di Rho, ci sarà un incontro con Luigi Alici, già presidente nazionale, che approfondirà il tema “Il ruolo degli adulti di Ac nei confronti della sfida educativa: in che modo ci è di aiuto il progetto formativo dell’Ac”. Il 31 ottobre, presso il teatro di Cesano Maderno, ci sarà modo di dibattere con padre Bartolomeo Sorge circa “Il laico oggi di fronte al mondo: le modalità per entrare in relazione con la cultura e le dinamiche sociali del nostro tempo”. La tematica, che sta occupando da tempo il dibattito intra ed extra ecclesiale, si presta a un confronto soprattutto con chi sta sulla soglia della comunità ecclesiale. Il nuovo anno associativo per gli Adulti dell’Azione Cattolica ambrosiana ha due parole-chiave, come ci racconta Paola Cova: «Quest’anno le parole importanti nel nostro settore sono Relazioni e Persone. L’invito a cui vogliamo aderire è infatti quello di mettere al centro “le persone”, costruendo con esse relazioni e rapporti vivi, ricchi, empatici, di qualità. Una qualità che nasce dallo scoprire che Gesù è il centro di tutte le nostre relazioni e del nostro essere in cammino con gli altri. È Lui il “filo rosso” che ci lega e ci rende fratelli nell’umanità e nella fede».L’itinerario formativo di qualche anno fa invitava a essere uomini e donne «stra-ordinari» offrendo alle persone vicine un supplemento d’amore capace di dimostrare che è sempre possibile andare oltre; perdersi, senza riserve, perché è così che si guadagna la «vita vera».«Quest’anno – dice Paola Cova – vogliamo scoprire come la capacità di rendere “stra-ordinario” ogni incontro, è in grado di dare un senso profondo alle relazioni che viviamo ogni giorno, senza mai darle per scontate. Ci siamo chiesti come può avvenire tutto questo. Crediamo sia importante vincere le paure, abbattere gli steccati, superare le chiusure, per costruire percorsi nuovi di accoglienza reciproca e di fraternità. In tutto questo Gesù resta il nostro compagno di viaggio».A seguito di tali premesse, il programma dell’anno si sviluppa secondo tre direttrici: la relazione con Dio, le relazioni associative e le relazioni di corresponsabilità con tutti i soci.Infine, scorriamo le proposte forti, autunnali, degli adulti di Ac. Il 17 ottobre, alle 15, presso l’auditorium del santuario di Rho, ci sarà un incontro con Luigi Alici, già presidente nazionale, che approfondirà il tema “Il ruolo degli adulti di Ac nei confronti della sfida educativa: in che modo ci è di aiuto il progetto formativo dell’Ac”. Il 31 ottobre, presso il teatro di Cesano Maderno, ci sarà modo di dibattere con padre Bartolomeo Sorge circa “Il laico oggi di fronte al mondo: le modalità per entrare in relazione con la cultura e le dinamiche sociali del nostro tempo”. La tematica, che sta occupando da tempo il dibattito intra ed extra ecclesiale, si presta a un confronto soprattutto con chi sta sulla soglia della comunità ecclesiale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi