Per la prima volta promosso nella Diocesi un corso base rivolto a chi guiderà le istituzioni di Pastorale giovanile. «L'iniziativa - spiega monsignor Severino Pagani - serve a intercettare i giovani fuori dall'oratorio»

di Luisa BOVE
Redazione

Per la prima volta viene promosso nella Diocesi di Milano un corso base di formazione per i responsabili delle istituzioni di Pastorale giovanile (Pg). «L’iniziativa – spiega monsignor Severino Pagani, Vicario episcopale di Settore – si inserisce all’interno di un ripensamento generale della Pastorale giovanile». In particolare quest’anno il cardinale Tettamanzi «ci ha chiesto di formare i futuri responsabili delle istituzioni di Pastorale giovanile, cioè i direttori di oratori, i responsabili dei centri giovanili e i coordinatori delle équipe di Pg nate per favorire il lavoro sul territorio e intercettare tutti i giovani, non solo quelli che frequentano i nostri ambienti tradizionali, ma anche scuola, sport, movimenti…».
I partecipanti potranno scegliere se frequentare il seminario che si terrà sia a livello diocesano sia nelle zone pastorali: la proposta infatti è duplice. Il corso centrale si svolgerà a Milano a partire dal 7 novembre e per quattro sabati mattina (dalle 9.30 alle 13), presso il Seminario arcivescovile (corso Venezia 11). È promosso dall’Istituto superiore di scienze religiose, che ha già aperto le iscrizioni ed è disponibile a fornire ogni informazione (tel. 02.795508 oppure issr.milano@tiscali.it).
La proposta è rivolta a tutte le persone giovani e adulte che vogliono prepararsi ad assumere una responsabilità in ambito giovanile o che già svolgono qualche compito educativo. La regia è affidata a un’équipe «numerosa e competente» composta da esperti sul piano «sociologico, spirituale, pedagogico e amministrativo, un aspetto che viene spesso richiesto», dice monsignor Pagani.
Una seconda edizione del corso base si terrà tra novembre e febbraio nelle zone pastorali con un ciclo di 8 serate (dalle 21 alle 23) per un totale di ore e unità didattiche uguale a quello diocesano. Gli incontri per la zona I e VI (Melegnano) si terranno a Milano in piazza S. Ambrogio 15 a partire da mercoledì 11 novembre; in zona II (Varese) il corso partirà dal 9 novembre a Masnago presso la parrocchia Santi Pietro e Paolo; zona II (Lecco) dal 16 novembre presso il Collegio arcivescovile di Lecco; zona IV (Rho) dal 10 novembre presso la parrocchia Regina Pacis di Saronno; zona V (Monza) dall’11 novembre presso il Collegio Villoresi San Giuseppe di Monza e zona VI (Sesto San Giovanni) dal 17 novembre nella parrocchia S. Giuseppe di Sesto S. Giovanni.
Per le iscrizioni occorre rivolgersi alla Segreteria delle Scuole diocesane per operatori (Sdop) che promuove i corsi (tel. 02.58391315 – sdop@diocesi.milano.it – www.chiesadimilano.it/sdop). Info: tel. 02.58391330 – vicgiovani@diocesi.milano.it – www.chiesadimilano.it/giovani.
Al corso base che avrà un taglio «didattico» seguiranno altri incontri di formazione di tipo spirituale. Prepararsi al compito di responsabile, dice infatti mons. Pagani, «è una vocazione nella vocazione generale della vita, cui si risponde con il desiderio di una vita cristiana intensamente spirituale e con il desiderio sincero della santità». Per la prima volta viene promosso nella Diocesi di Milano un corso base di formazione per i responsabili delle istituzioni di Pastorale giovanile (Pg). «L’iniziativa – spiega monsignor Severino Pagani, Vicario episcopale di Settore – si inserisce all’interno di un ripensamento generale della Pastorale giovanile». In particolare quest’anno il cardinale Tettamanzi «ci ha chiesto di formare i futuri responsabili delle istituzioni di Pastorale giovanile, cioè i direttori di oratori, i responsabili dei centri giovanili e i coordinatori delle équipe di Pg nate per favorire il lavoro sul territorio e intercettare tutti i giovani, non solo quelli che frequentano i nostri ambienti tradizionali, ma anche scuola, sport, movimenti…».I partecipanti potranno scegliere se frequentare il seminario che si terrà sia a livello diocesano sia nelle zone pastorali: la proposta infatti è duplice. Il corso centrale si svolgerà a Milano a partire dal 7 novembre e per quattro sabati mattina (dalle 9.30 alle 13), presso il Seminario arcivescovile (corso Venezia 11). È promosso dall’Istituto superiore di scienze religiose, che ha già aperto le iscrizioni ed è disponibile a fornire ogni informazione (tel. 02.795508 oppure issr.milano@tiscali.it).La proposta è rivolta a tutte le persone giovani e adulte che vogliono prepararsi ad assumere una responsabilità in ambito giovanile o che già svolgono qualche compito educativo. La regia è affidata a un’équipe «numerosa e competente» composta da esperti sul piano «sociologico, spirituale, pedagogico e amministrativo, un aspetto che viene spesso richiesto», dice monsignor Pagani.Una seconda edizione del corso base si terrà tra novembre e febbraio nelle zone pastorali con un ciclo di 8 serate (dalle 21 alle 23) per un totale di ore e unità didattiche uguale a quello diocesano. Gli incontri per la zona I e VI (Melegnano) si terranno a Milano in piazza S. Ambrogio 15 a partire da mercoledì 11 novembre; in zona II (Varese) il corso partirà dal 9 novembre a Masnago presso la parrocchia Santi Pietro e Paolo; zona II (Lecco) dal 16 novembre presso il Collegio arcivescovile di Lecco; zona IV (Rho) dal 10 novembre presso la parrocchia Regina Pacis di Saronno; zona V (Monza) dall’11 novembre presso il Collegio Villoresi San Giuseppe di Monza e zona VI (Sesto San Giovanni) dal 17 novembre nella parrocchia S. Giuseppe di Sesto S. Giovanni.Per le iscrizioni occorre rivolgersi alla Segreteria delle Scuole diocesane per operatori (Sdop) che promuove i corsi (tel. 02.58391315 – sdop@diocesi.milano.it – www.chiesadimilano.it/sdop). Info: tel. 02.58391330 – vicgiovani@diocesi.milano.it – www.chiesadimilano.it/giovani.Al corso base che avrà un taglio «didattico» seguiranno altri incontri di formazione di tipo spirituale. Prepararsi al compito di responsabile, dice infatti mons. Pagani, «è una vocazione nella vocazione generale della vita, cui si risponde con il desiderio di una vita cristiana intensamente spirituale e con il desiderio sincero della santità». Il 31 ottobre l’Osservatorio – L’esperienza positiva dell’Osservatorio 18/19enni già realizzato dalla Pastorale giovanile, ha convinto i responsabili a rilanciare e ampliare la proposta. Nasce ora anche l’Osservatorio giovani per aiutare gli educatori (sacerdoti e laici, giovani e adulti) a districarsi nel contesto ecclesiale, sociale e culturale di oggi. L’iniziativa intitolata “E gli altri, dove sono?” allude alla cura e all’attenzione anche di coloro che non sono “dei nostri”. Don Maurizio Tremolada, responsabile del Servizio giovani, promuove due incontri, il primo sarà sabato 31 ottobre dalle 9.15 alle 12.30 presso il Seminario di Seveso e il secondo si terrà il 6 febbraio. Nella mattinata sono previste testimonianza e interventi su percorsi rivolti a giovani non coinvolti nei tradizionali itinerari oratoriani o parrocchiali. L’iniziativa è proposta a tutti coloro che sono impegnati nel difficile compito educativo nelle parrocchie e nelle comunità pastorali. Info: tel. 02.58391330 – giovani@diocesi.milano.it � – – I Laboratori

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi