Dopo la colletta del 19 aprile nelle parrocchie della Diocesi, continua la raccolta fondi promossa dalla�Caritas Ambrosiana

Mauro COLOMBO
Redazione

Mentre il bilancio delle vittime del terremoto del 6 aprile sfiora ormai le 300 unità, continua l’impegno solidale nei confronti delle popolazioni sfollate dell’Abruzzo.
Dopo la colletta nazionale promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana per domenica 19 aprile, alla quale la Chiesa ambrosiana ha aderito tramite una lettera dell’Arcivescovo alla Diocesi e la raccolta straordinaria in tutte le parrocchie (box a sinistra in basso), continua la raccolta fondi promossa dalla Caritas Ambrosiana fin dai primi giorni successivi al sisma, in stretto coordinamento con Caritas Italiana e la rete delle Caritas diocesane abruzzesi e molisane.
Le modalità per sostenere gli interventi in corso sono state comunicate tramite una lettera del direttore don Roberto Davanzo alle Caritas parrocchiali e decanali. Gli estremi della raccolta fondi sono evidenziati nel box a sinistra in alto. Insieme alla “rete” delle altre Caritas lombarde, inoltre, Caritas Ambrosiana ha “adottato” Paganica, località nella quale è stata allestita la più grande tendopoli dell’area terremotata, per concentrare lì i propri interventi.
Info: tel. 02.76037270 – emergenze@caritasambrosiana.it
Mentre il bilancio delle vittime del terremoto del 6 aprile sfiora ormai le 300 unità, continua l’impegno solidale nei confronti delle popolazioni sfollate dell’Abruzzo.Dopo la colletta nazionale promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana per domenica 19 aprile, alla quale la Chiesa ambrosiana ha aderito tramite una lettera dell’Arcivescovo alla Diocesi e la raccolta straordinaria in tutte le parrocchie (box a sinistra in basso), continua la raccolta fondi promossa dalla Caritas Ambrosiana fin dai primi giorni successivi al sisma, in stretto coordinamento con Caritas Italiana e la rete delle Caritas diocesane abruzzesi e molisane.Le modalità per sostenere gli interventi in corso sono state comunicate tramite una lettera del direttore don Roberto Davanzo alle Caritas parrocchiali e decanali. Gli estremi della raccolta fondi sono evidenziati nel box a sinistra in alto. Insieme alla “rete” delle altre Caritas lombarde, inoltre, Caritas Ambrosiana ha “adottato” Paganica, località nella quale è stata allestita la più grande tendopoli dell’area terremotata, per concentrare lì i propri interventi.Info: tel. 02.76037270 – emergenze@caritasambrosiana.it Le offerte del 19 aprile – Le somme raccolte nelle parrocchie domenica 19 aprile dovranno essere versate:con versamento mediante bonifico bancario:Arcidiocesi di Milano – Credito Artigiano Ag. 1 – MilanoCodice Iban: IT 28 Z 03512 01602 000000071601Causale: Giornata terremotati Abruzzo;con versamento su conto corrente postalen. 312272 intestato a Arcidiocesi di MilanoCausale: Giornata terremotati Abruzzo – Per contribuire – Causale terremoto Abruzzo 2009DONAZIONE DIRETTA presso l’Ufficio Raccolta Fondi in via San Bernardino 4, Milano (lun-gio, h 9.30-12.30 e 14.30-17.30, ven h 9.30-12.30)CCP n. 13576228 intestato a Caritas Ambrosiana OnlusCC BANCARIO n. 578 – Cin P, ABI 03512, Cab 01602 presso l’agenzia 1 di Milano del Credito Artigiano e intestato a Caritas Ambrosiana Onlus, Iban: IT16 P 0351201602000000000578TRAMITE CARTE DI CREDITO: on line sul sito www.caritas.it, oppure telefonando al n. 02.76.037.324 in orari di ufficio (l’offerta è detraibile fiscalmente) –

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi