Viaggio della speranza di Yarinirina, che sarà operata a Milano. Una associazione di ex allievi di Don Orione coprirà le spese

di Carlo ROSSI
Redazione

È arrivata lo scorso 17 settembre a Milano Yarinirina Lalaina Alida. È una ragazza proveniente dal Madagascar, che è ora ricoverata presso l’Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena di Milano e, dopo gli accertamenti, sarà operata presso l’U.O. di Neurochirurgia, diretta dal professor Sergio Maria Gaini.
Yarinirina, è nata il 18 luglio 1985 e soffre da tempo di una grave malformazione cerebrale vascolare che le causa forti emicranie a volte accompagnate da svenimenti improvvisi con perdita di conoscenza anche prolungata. Yarina è una parrocchiana del missionario padre Adriano Savegnago dell’Opera Don Orione, che dal 1982 svolge la sua missione nella capitale del Madagascar, e che ha segnalato il caso della giovane all’associazione «Aiutiamoli a Sorridere Onlus», costituita il 18 febbraio 2006 su iniziativa di alcuni Ex Allievi di Don Orione.
Grazie alla collaborazione tra l’associazione, che sostiene tutti i costi del viaggio, e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali è stata attivata la procedura per il ricovero e la cura in Italia di stranieri provenienti da Paesi extracomunitari, nei quali non esistono o non sono facilmente accessibili competenze medico-specialistiche per il trattamento di specifiche gravi patologie.
Yarina dopo l’intervento sarà ospitata insieme con la mamma presso il Piccolo Cottolengo di Don Orione di Milano. Ma l’opera dell’Associazione «Aiutiamoli a sorridere», è molto più ampia: collabora infatti con tutte le 5 Missioni del Don Orione nel Madagascar e grazie alla generosità, prima fra tutti degli ex allievi di Don Orione, contribuisce al sostentamento ed alla formazione educativa e scolastica di oltre duemila ragazzi che frequentano le scuole materne, elementari e professionali della missione della capitale. È arrivata lo scorso 17 settembre a Milano Yarinirina Lalaina Alida. È una ragazza proveniente dal Madagascar, che è ora ricoverata presso l’Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena di Milano e, dopo gli accertamenti, sarà operata presso l’U.O. di Neurochirurgia, diretta dal professor Sergio Maria Gaini.Yarinirina, è nata il 18 luglio 1985 e soffre da tempo di una grave malformazione cerebrale vascolare che le causa forti emicranie a volte accompagnate da svenimenti improvvisi con perdita di conoscenza anche prolungata. Yarina è una parrocchiana del missionario padre Adriano Savegnago dell’Opera Don Orione, che dal 1982 svolge la sua missione nella capitale del Madagascar, e che ha segnalato il caso della giovane all’associazione «Aiutiamoli a Sorridere Onlus», costituita il 18 febbraio 2006 su iniziativa di alcuni Ex Allievi di Don Orione.Grazie alla collaborazione tra l’associazione, che sostiene tutti i costi del viaggio, e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali è stata attivata la procedura per il ricovero e la cura in Italia di stranieri provenienti da Paesi extracomunitari, nei quali non esistono o non sono facilmente accessibili competenze medico-specialistiche per il trattamento di specifiche gravi patologie. Yarina dopo l’intervento sarà ospitata insieme con la mamma presso il Piccolo Cottolengo di Don Orione di Milano. Ma l’opera dell’Associazione «Aiutiamoli a sorridere», è molto più ampia: collabora infatti con tutte le 5 Missioni del Don Orione nel Madagascar e grazie alla generosità, prima fra tutti degli ex allievi di Don Orione, contribuisce al sostentamento ed alla formazione educativa e scolastica di oltre duemila ragazzi che frequentano le scuole materne, elementari e professionali della missione della capitale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi