Grazie a un’iniziativa di Acec e Coe, le Sale della Comunità possono inserire nella loro programmazione quattro opere selezionate dall’ultimo Festival del Cinema Africano, dell’Asia e dell’America Latina. In allegato le schede delle pellicole

di Gabriele LINGIARDI

574-WY2WUUlY
Una scena di “Une saison en France”

Il meglio del “world cinema”, film senza confini di luogo o lingua, arriva nelle Sale della Comunità grazie alla partnership tra Acec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema) e la Fondazione Coe (Centro Orientamento Educativo). Le Sale che lo desiderano potranno proiettare quattro opere selezionate dal meglio del Festival del Cinema Africano, dell’Asia e dell’America Latina, svoltosi a Milano tra il 23 e il 31 marzo scorso, su organizzazione dello stesso Coe.

Una proposta per viaggiare all’interno di cinematografie meno conosciute e arricchirsi grazie a storie profonde e non banali. Ma non è tutto: l’iniziativa si inserisce in linea con il “Mese Missionario Straordinario” voluto da papa Francesco per l’ottobre 2019: un periodo di preghiera e riflessione sulla missio ad gentes a cui sono chiamate tutte le comunità.

Tra i titoli proposti spicca Une saison en France, una produzione del Ciad: Abbas ha lasciato il suo villaggio nell’Africa per costruirsi una vita in Francia; manda a scuola i figli, si innamora di Carole; ma il loro destino è legato all’accettazione della sua richiesta di asilo e tutta la sua vita potrebbe crollare da un momento all’altro. Un’opera di qualità fortemente raccomandata.

Anche altri film possono essere proiettati: Wallay acconta di Andy, 13 anni, cresciuto in Francia e mandato dal padre in vacanza dai parenti in Burkina Faso. Un’esperienza che gli farà scoprire che la sua famiglia e l’Africa sono diversi da come si immaginava.

Yommedine è un film che arriva dall’Egitto: un viaggio on the road che, con tono leggero, ci parla di miseria, tabù religiosi ed esclusione.

Gli eventi di Ma révolution prendono invece le mosse dagli echi della Primavera Araba a Parigi: una commedia attuale e graffiante su un ragazzo che, per puro caso, finisce per diventare un simbolo rivoluzionario.

Chi fosse interessato può approfondire i contenuti dei film grazie alle schede di approfondimento appositamente redatte per la selezione delle Sale della Comunità (in allegato).

Le Sale interessate a programmare i film in catalogo possono prendere contatto con l’ufficio Itl Cinema scrivendo all’indirizzo email cinema@chiesadimilano.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi