Intervengono il cardinale Camillo Ruini ed Ernesto Galli della Loggia


Redazione

Mercoledì 9 settembre, alle 17.30, nella Sala Alessi di Palazzo Marino (piazza Scala, Milano), il cardinale Camillo Ruini ed Ernesto Galli della Loggia parleranno di “Nuova laicità”, in margine al loro volume Confini, edito da Mondadori. L’incontro è promosso dall’Associazione Sant’Anselmo di Milano, dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI e dal Progetto culturale dell’Arcidiocesi di Milano.
Apriranno l’incontro i saluti del sindaco Letizia Moratti e del Vicario episcopale per la Cultura della diocesi monsignor Franco Giulio Brambilla, cui seguirà l’introduzione di Paolo Mieli di Rcs Libri e di Gian Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano. Poi gli interventi dei due autori, del rettore dell’Università. Cattolica Lorenzo Ornaghi e di Giovanni Filoramo, studioso torinese di Storia delle religioni.
Il tema dello spazio pubblico della religione è uno dei costanti motivi di interesse nel dibattito culturale e politico; si tratta di un nodo decisivo per il futuro della convivenza civile, in un Paese sempre più plurale come il nostro, ma ciò vale anche per tutta l’Europa. L’incontro rappresenta un’occasione di scambio di idee e di contraddittoriotra diversi punti di vista.Un ulteriore motivo di interesse è dato dall’organizzazione del dibattito nel quale alcuni giovani interessati all’argomento porranno, attraverso le domande, il loro modo di vedere su come dovrebbe atteggiarsi una laicità adatta alla società globale. Mercoledì 9 settembre, alle 17.30, nella Sala Alessi di Palazzo Marino (piazza Scala, Milano), il cardinale Camillo Ruini ed Ernesto Galli della Loggia parleranno di “Nuova laicità”, in margine al loro volume Confini, edito da Mondadori. L’incontro è promosso dall’Associazione Sant’Anselmo di Milano, dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI e dal Progetto culturale dell’Arcidiocesi di Milano.Apriranno l’incontro i saluti del sindaco Letizia Moratti e del Vicario episcopale per la Cultura della diocesi monsignor Franco Giulio Brambilla, cui seguirà l’introduzione di Paolo Mieli di Rcs Libri e di Gian Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano. Poi gli interventi dei due autori, del rettore dell’Università. Cattolica Lorenzo Ornaghi e di Giovanni Filoramo, studioso torinese di Storia delle religioni.Il tema dello spazio pubblico della religione è uno dei costanti motivi di interesse nel dibattito culturale e politico; si tratta di un nodo decisivo per il futuro della convivenza civile, in un Paese sempre più plurale come il nostro, ma ciò vale anche per tutta l’Europa. L’incontro rappresenta un’occasione di scambio di idee e di contraddittoriotra diversi punti di vista.Un ulteriore motivo di interesse è dato dall’organizzazione del dibattito nel quale alcuni giovani interessati all’argomento porranno, attraverso le domande, il loro modo di vedere su come dovrebbe atteggiarsi una laicità adatta alla società globale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi