di Luisa BOVE

Venerdì 5 marzo, in occasione della Via Crucis, don Natale Monza, responsabile della Comunità pastorale di Ispra, ha letto ai bambini della parrocchia di San Martino una lettera indirizzata a loro dall’Arcivescovo. Il cardinale Dionigi Tettamanzi li ringraziava per aver deciso di «offrire i vostri risparmi per aiutare chi ha bisogno». I ragazzi delle elementari e delle medie infatti hanno destinato una piccola somma (poco più di 300 euro) al Fondo Famiglia-Lavoro. Durante la Novena di Natale infatti, racconta don Natale, «leggevamo ogni giorno la lettera dell’Arcivescovo Tu scendi dalle stelle, quella che parla delle cinque “R” (ridurre, riciclare, riparare, rispettare e regalare, ndr)» e che parla della crisi economica che ha colpito molte famiglie della diocesi.
Non c’è voluto molto a proporre un gesto di solidarietà anche ai piccoli parrocchiani, «che hanno gradito molto l’invito a offrire qualche loro risparmio». Il parroco ha quindi consegnato a tutti una busta, nella quale ognuno poteva liberamente decidere quanto donare. Per don Natale si è trattato di un’iniziativa semplice e che non merita grande clamore: ha solo pubblicato la lettera dell’Arcivescovo sul bollettino parrocchiale. Il parroco stesso, inviando la piccola somma, scriveva che «era poco, ma dato col cuore». Ora si augura che in diocesi molti altri, raccogliendo l’appello del cardinale Tettamanzi, lancino gesti simili per alimentare il Fondo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi