soldi

I nuovi ISA sostituiscono gli “studi di settore”. Sono tenuti a questo adempimento anche gli enti ecclesiastici.

Tra le novità che quest’anno accompagnano la dichiarazione dei redditi vanno citati gli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità), il nuovo strumento di verifica dell’attendibilità fiscale che debutta in sostituzione degli Studi di Settore, destinati al graduale pensionamento.

Gli ISA sono disciplinati dall’articolo 9-bis del D.L. 24 aprile 2017, n. 50 e, come già gli Studi di Settore, riguardano anche gli enti non commerciali che svolgono attività commerciali per le quali il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha elaborato lo specifico Indice.

Per una prima presentazione agli enti ecclesiastici si rinvia all’articolo di P. Clementi ISA, ecco la pagella dei contribuenti pubblicato il 26 giugno 2019 nell’inserto “Non profit. Il Consulente per gli enti non commerciali” di Avvenire.

Ti potrebbero interessare anche: