L'animazione della Quaresima in oratorio ha il suo centro nella domenica, ma trova il suo culmine nel Triduo pasquale e il suo svolgimento in alcune occasioni durante la settimana, nei quaranta giorni verso la Pasqua. Alcuni suggerimenti sono online su questa pagina.


Materiali e testi in fondo alla pagina (in aggiornamento)

L’oratorio si struttura per far vivere ai ragazzi il tempo di Quaresima, come un periodo speciale che culmina nei giorni del Triduo Pasquale e nel giorno della Pasqua di Risurrezione. Si possono studiare momenti speciali e convocazioni particolari per la preghiera quotidiana (al mattino prima di andare a scuola, alla sera prima di chiudere l’oratorio o in un momento centrale del pomeriggio). Ci si potrà dare appuntamento ogni venerdì per condividere insieme dei gesti di carità (la raccolta di qualche rinuncia), rendere disponibile la Riconciliazione e celebrare insieme la Via Crucis (cfr. «Con i piedi per terra»).

 

Sarà la Domenica, come sempre, il centro di ogni attività e proposta. La Messa sarà il cuore dell’animazione e indicherà il cammino grazie al confronto con la Parola di Dio. I temi della proposta «Vedrai che bello… se doni te stesso» si confronteranno con la Liturgia della Parola domenicale (cfr. di seguito).

Ci sono alcune iniziative che possono trovare nell’oratorio e nel coinvolgimento dei ragazzi una piena adesione e una bella opportunità.

 


La Domenica all’inizio di Quaresima
è stata la Domenica della Parola di Dio
.

 

La 24 ore per il Signore in oratorio
Il Papa, insieme alla Domenica della Parola di Dio, ha chiesto alle comunità di vivere in Quaresima una 24 ore per il Signore, in comunione con quanto lui stesso vivrà in San Pietro in Vaticano. Quando? Fra il venerdì e il sabato prima della IV domenica di Quaresima, cioè quest’anno il 9 e 10 marzo, nel bel mezzo del tempo quaresimale. Due sono gli elementi chiave: la celebrazione del Sacramento della Riconciliazione e l’Adorazione eucaristica (che nella giornata di venerdì si può esprimere più opportunamente con l’Adorazione della croce). Si possono coinvolgere i ragazzi e le loro famiglie chiedendo loro di partecipare ad alcuni momenti particolari. Ad esempio, una celebrazione penitenziale pomeridiana o serale, una cena vissuta in sobrietà a cui far seguire la preghiera, un ritiro particolare per i bambini delle scuole primarie il sabato mattina, un momento di adorazione notturna riservato agli adolescenti, ecc.

L’idea è di sentirsi tutti in comunione per un evento che dovrebbe avere sempre di più una portata e una ricaduta positiva nei nostri oratori. Organizzandosi efficacemente, possiamo inserire nella “24 ore” le iniziative che già proponiamo per ogni settimana, aggiungendone opportunamente qualcuna e inserendole in un contesto – anche comunicativo – che rende quelle iniziative ancora più «invitanti» e ancora più speciali, perché vissute in comunione con il Papa e con tutta la Chiesa sparsa nel mondo.

Sarà bello coinvolgere gli adolescenti e gli educatori nel rendere pubbliche le iniziative e le immagini dei propri eventi con l’hashtag #24oreperilsignore

 

Il Triduo pasquale.
Chiediamo subito all’inizio della Quaresima ai genitori dei ragazzi di rendere possibile la loro partecipazione alle celebrazioni comunitarie del Triduo pasquale (lo stesso gadget di Quaresima è tutto orientato per far vivere bene il Triduo). Questi eventi potranno essere vissuti insieme con tutta la famiglia. Ci sono poi dei momenti particolari che l’oratorio può curare coinvolgendo i ragazzi: la lavanda dei piedi del Giovedì santo; la Via Crucis nel venerdì santo; il tradizionale «Giro dei sepolcri» il sabato santo.
Suggerimenti per come vivere bene il Triduo pasquale sono nel libretto di preghiera in famiglia a cura dell’Acr «Fino all’ultimo respiro» (clicca qui per l’acquistoclicca qui per i materiali scaricabili) Troviamo poi un modo originale e personale perché ciascun ragazzo con la sua famiglia si senta invitato a partecipare all’eucaristia nella Domenica di Pasqua (non diamo per scontata la partecipazione ma organizziamola come il momento più festoso dell’anno).

 

 

 

L’Itinerario domenicale

Il percorso quaresimale dettato dalla Liturgia della Parola delle domeniche in rito ambrosiano fa riferimento al Signore Gesù come il Dono di Dio Padre per tutta l’umanità e per chiunque crede in Lui. Come sappiamo, è il Vangelo secondo Giovanni a fare da guida nella liturgia domenicale della Quaresima. Il «Discepolo amato» coglie delle sfumature che ci invitano ogni volta a credere in Gesù e a compiere la scelta di seguirlo. Ogni domenica il protagonista è Gesù che ci viene incontro donando se stesso. Decidiamo di avere come “sfondo l’“apice del dono e del servizio” che, nel Vangelo di Giovanni, si esprime nella lavanda dei piedi (Gv 13, 1-17) e ci mettiamo in cammino dietro a Gesù, come suoi discepoli, cercando ogni domenica di percorrere la sua stessa strada. La sua vocazione è anche la nostra! Non c’è nulla di diverso che dovremmo pensare o agire che non sia quello che il Maestro ci ha indicato con la sua vita e il dono di se stesso.

 

Gesù è dono che si offre al Padre (I), è dono da conoscere (II), da accogliere liberamente (III), da riconoscere (IV), è dono che chiede la nostra professione di fede e la nostra piena fiducia (V), è dono che va compreso nella sua autentica vocazione (VI).

 

Il dono di sé culmina per Gesù nel sacrificio della Croce che apre a noi la possibilità di una vita nuova che dura per sempre. La logica del dono diventa anche la nostra e noi impariamo a donare noi stessi così come Lui ha fatto.

Ad ogni ragazzo che si accosta al dono di sé dovremmo saper dire: «Vedrai che bello!»

 

Domeniche di Quaresima:

I-Inizio di Quaresima
Gesù si prepara a donare la sua vita.
Vedrai come è bello donare se stessi
Preghiera in oratorio

Animazione della Messa

 


II-Samaritana
Gesù è il dono di Dio:
è da conoscere ed è per te
Preghiera in oratorio

Animazione della Messa

 

III-Abramo
Gesù è la Parola che dona libertà:
tu saprai accoglierlo?
Preghiera in oratorio

Animazione della Messa

 

 

IV-Cieco
Gesù è dono che illumina la vita:
lasciati illuminare e lo riconoscerai.
Preghiera in oratorio

 

 

V-Lazzaro
Gesù è dono di vita nuova:
credi in Lui e sarai felice per sempre.

 

 

VI-Delle Palme
Gesù è pronto a donarsi sino alla fine:
seguilo fino in fondo, fino all’ultimo respiro.

 

 


Materiali e proposte

Preadolescenti e Quaresima 2018: proposte concrete
Ritiro o Giornata speciale per i ragazzi
Preghiera in oratorio della I Domenica di Quaresima
Preghiera in oratorio della II Domenica di Quaresima
Preghiera in oratorio della III Domenica di Quaresima
Preghiera in oratorio della IV Domenica di Quaresima
Animazione della Messa (I Domenica)
Animazione della Messa (II Domenica)
Animazione della Messa (III Domenica)
Celebrazione penitenziale per i ragazzi
Schede online del libretto «Fino all’ultimo respiro» (Acr)

 

 

Mosaico della Quaresima, il gadget per i ragazzi

 

Ti potrebbero interessare anche: