Dal 4 maggio la quarta edizione del torneo scolastico di calcio intitolato a Giovanni Paolo II, organizzato dall'Ispettoria Salesiana Lombardo - Emiliana. Finali a San Siro il 4 giugno

Paolo BIANCO
Redazione

Un Papa fuori dalla norma, amico dei giovani e degli sportivi. Tra le tante definizioni che gli sono state attribuite, Giovanni Paolo II ha sicuramente meritato anche questa, per la sincera passione per diverse discipline sportive che manifestò sin dalla sua giovinezza, e per l’interesse e l’attenzione riservata a questo ambito – con interventi, scritti e partecipazioni personali – anche una volta asceso al soglio pontificio.
Uno sport che ha bisogno di un’anima, per esprimere al massimo le sue potenzialità, soprattutto per i giovani. Non a caso, così Karol Wojtyla si esprimeva in occasione del Giubileo degli Sportivi del 2000: «Grande è la responsabilità degli sportivi nel mondo. Essi sono chiamati a fare dello sport un’occasione di incontro e di dialogo, al di là di ogni barriera di lingua, di razza, di cultura. Lo sport può, infatti, recare un valido apporto alla pacifica intesa fra i popoli e contribuire all’affermarsi nel mondo della nuova civiltà dell’amore».
Per onorare la sua memoria a quattro anni dalla scomparsa, e rinnovando un appuntamento avviato con successo nel 2006, l’Ispettoria Salesiana Lombardo – Emiliana ha indetto la quarta edizione del “Trofeo Karol Wojtyla”, torneo di calcio riservato alle scuole superiori, che dal 4 all’11 maggio vede l’Arena Civica di Milano teatro delle partite eliminatorie e delle semifinali tra le squadre delle scuole superiori partecipanti: San Domenico Savio di Arese, Sant’Ambrogio e don Bosco di Milano, Madre Mazzarello di Cinisello Balsamo, San Bernardino di Chiari, Don Bosco di Treviglio, San Benedetto di Parma e il Centro Cardinal Schuster di Milano. Il 16 maggio, invece, gare di nuoto alla Piscina Saini. Le finali avranno luogo al “Meazza” di San Siro il 4 giugno (alle 15.30 per il 3° e 4° posto, alle 16.30 per il 1° e 2° posto). Seguiranno le premiazioni con prestigiosi ospiti.
La manifestazione è patrocinata da Comune di Milano, Provincia di Milano, Regione Lombardia, Ufficio scolastico per la Lombardia, Lega Nazionale Dilettanti, Centro Sportivo Italiano e Figc. Un Papa fuori dalla norma, amico dei giovani e degli sportivi. Tra le tante definizioni che gli sono state attribuite, Giovanni Paolo II ha sicuramente meritato anche questa, per la sincera passione per diverse discipline sportive che manifestò sin dalla sua giovinezza, e per l’interesse e l’attenzione riservata a questo ambito – con interventi, scritti e partecipazioni personali – anche una volta asceso al soglio pontificio.Uno sport che ha bisogno di un’anima, per esprimere al massimo le sue potenzialità, soprattutto per i giovani. Non a caso, così Karol Wojtyla si esprimeva in occasione del Giubileo degli Sportivi del 2000: «Grande è la responsabilità degli sportivi nel mondo. Essi sono chiamati a fare dello sport un’occasione di incontro e di dialogo, al di là di ogni barriera di lingua, di razza, di cultura. Lo sport può, infatti, recare un valido apporto alla pacifica intesa fra i popoli e contribuire all’affermarsi nel mondo della nuova civiltà dell’amore».Per onorare la sua memoria a quattro anni dalla scomparsa, e rinnovando un appuntamento avviato con successo nel 2006, l’Ispettoria Salesiana Lombardo – Emiliana ha indetto la quarta edizione del “Trofeo Karol Wojtyla”, torneo di calcio riservato alle scuole superiori, che dal 4 all’11 maggio vede l’Arena Civica di Milano teatro delle partite eliminatorie e delle semifinali tra le squadre delle scuole superiori partecipanti: San Domenico Savio di Arese, Sant’Ambrogio e don Bosco di Milano, Madre Mazzarello di Cinisello Balsamo, San Bernardino di Chiari, Don Bosco di Treviglio, San Benedetto di Parma e il Centro Cardinal Schuster di Milano. Il 16 maggio, invece, gare di nuoto alla Piscina Saini. Le finali avranno luogo al “Meazza” di San Siro il 4 giugno (alle 15.30 per il 3° e 4° posto, alle 16.30 per il 1° e 2° posto). Seguiranno le premiazioni con prestigiosi ospiti.La manifestazione è patrocinata da Comune di Milano, Provincia di Milano, Regione Lombardia, Ufficio scolastico per la Lombardia, Lega Nazionale Dilettanti, Centro Sportivo Italiano e Figc.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi