Il Comune intitola al Servita l’area verde di largo Corsia dei Servi; al termine, nell’Auditorium di San Carlo al Corso, omaggi, testimonianze e interventi, tra cui quello dell’Arcivescovo. Il 29 e il 30 giugno altre due giornate dedicate al religioso e poeta

David-Maria-Turoldo
Padre David Maria Turoldo

Martedì 25 giugno, alle 12, il Comune di Milano dedicherà a padre David Maria Turoldo, religioso e poeta, il giardino di largo Corsia dei Servi. Il Comune sarà rappresentato dall’assessore alla Cultura Filippo Del Corno. L’attore Alessandro Quasimodo leggerà alcuni testi di Turoldo, mentre Marco Garzonio, presidente della Fondazione Ambrosianeum, ricorderà la sua figura e lo scrittore Angelo Gaccione porterà il saluto del “Comitato di Odissea per Turoldo”, promotore dell’iniziativa.

Terminata la cerimonia della dedica con lo scoprimento della stele che porterà il nome di Turoldo, l’iniziativa proseguirà nell’Auditorium di San Carlo al Corso (ingresso da corso Matteotti 14), dove il religioso ha vissuto e operato, con quattro momenti: proiezione di un breve video con intervista al poeta; testimonianze di personalità civili, religiose e del mondo dell’associazionismo; intermezzi musicali; letture poetiche.

Interverrà ’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, e alla presenza di Concetta Turoldo, nipote del frate, dopo un breve saluto del priore di San Carlo al Corso Giuseppe Zaupa, seguiranno le testimonianze di: Ermes Ronchi (scrittore e biblista, discepolo di Turoldo e priore di San Carlo al Corso per vent’anni), Renzo Salvi (docente di Storia della Televisione presso l’Accademia di Brera, già dirigente di Rai Cultura), Roberto Cenati (presidente dell’Anpi provinciale di Milano), Carla Bianchi Iacono (figlia di Carlo Bianchi, martire di Fossoli, e consigliere nazionale dell’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani), Anna Poz ed Elena Colonna del Fogolâr Furlan. L’artista Giuseppe Denti, membro del Comitato, esporrà una serie di elaborazioni grafiche dedicate al volto di Turoldo.

Date le numerose adesioni giunte da tutta Italia, il Comitato ha deciso di indire una seconda giornata per sabato 29 giugno, dalle 16 in poi, sempre presso l’Auditorium di San Carlo al Corso, per proseguire con le testimonianze, i ricordi, i momenti musicali e l’omaggio di alcuni poeti provenienti da varie città.

Domenica 30 giugno, alle 13, dopo la celebrazione della messa, donazione al tempio di San Carlo al Corso di un bassorilievo dello scultore Salvatore Sanna del “Comitato di Odissea per Turoldo”, ispirato al religioso friulano.

Le giornate saranno condotte da Francesco Piscitello, tra i fondatori del Comitato.
Per le letture poetiche: Roberto Carusi (attore), Massimo De Vita (regista e attore del Teatro Officina)
Per le testimonianze: Giuseppe Langella (critico, poeta e docente all’Università Cattolica), Alfonso Navarra (segretario della Lega per il Disarmo Unilaterale, membro dell’Organizzazione ICAN Premio Nobel per la Pace 2017), Giuseppe Deiana (Associazione Centro Comunitario Puecher)
Per gli interventi musicali: Virginia Bonaretti (viola da gamba), Stefano Covri (chitarra), Roberto Quagliarella (percussioni), Cori Gospel “Black Inside” e “Be Spirit” diretti da Ulrica de Giorgio.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi