Assistenza residenziale terapeutico-riabilitativa, che ribadisce l’impegno dell’Associazione a favore dei bambini

NOSTRA-FAMIGLIA Cropped

Nel corso della presentazione del bilancio di missione dell’associazione «La Nostra Famiglia», venerdì 21 settembre a Bosisio Parini è stato anche inaugurato il nuovo Servizio residenziale terapeutico riabilitativo a media intensità, rivolto a minori con disturbi complessi nell’ambito del neuro-sviluppo e che necessitano di un programma individualizzato di presa in carico terapeutico/riabilitativa integrata e in regime di degenza. Si tratta di 3 unità con 12/14 posti letto ciascuna che potranno accogliere fino a 40 minori di età compresa tra i 6 e i 14 anni. All’inaugurazione erano presenti il vicario episcopale della Zona pastorale III – Lecco, monsignor Maurizio Rolla, il sindaco di Bosisio Parini, Giuseppe Borgonovo, il direttore del distretto di Lecco dell’Ats Brianza, Enzo Turani.

«Regione Lombardia ha molto opportunamente completato con questa nuova unità di offerta residenziale i servizi riabilitativi dedicati ai bambini e ragazzi con disturbo del neurosviluppo – ha spiegato Massimo Molteni, responsabile dell’Area di psicopatologia dell’età evolutiva de “La Nostra Famiglia” -: lo scopo è offrire adeguate risposte socio-sanitarie a quelle situazioni dove, oltre ai problemi legati alla disabilità, si associano importanti criticità nei comportamenti di adattamento ambientale e una significativa difficoltà dei contesti dove vive il bambino con la sua famiglia, con l’obiettivo di superare rapidamente lo stato di criticità e consentire il rientro in famiglia. Il team di operatori, diretto da Maria Nobile ha il compito di perseguire anche in questo servizio la mission della Associazione, cioè agire sempre con competenza e spirito di collaborazione con i territori, anche e soprattutto in situazione difficili e di marginalità: una nuova sfida che testimonia il coraggio della Associazione anche in tempi molto difficili come quelli attuali».

«Anche quest’anno l’Associazione è stata dalla parte dei bambini, continuando ad operare perché la qualità della vita di ciascun bambino e ragazzo e delle loro famiglie possa migliorare attraverso risposte appropriate e adeguate ai loro bisogni – ha sottolineato, in riferimento al bilancio, la presidente de “La Nostra Famigli”, Luisa Minoli -: a questo proposito, ci confortano molto i risultati della customer satisfaction: il 93% delle famiglie rilevano un miglioramento nella qualità della loro vita e il 95% sono soddisfatte del progetto di cura e riabilitazione pensato per i loro figli».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi