Pisana, 52 anni, già rettore universitario, parlamentare e Ministro dell’Istruzione, subentra a Paolo Mocarelli. L’augurio del presidente don Barbante

Maria Chiara Carrozza_direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi
Maria Chiara Carrozza, direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi

La professoressa Maria Chiara Carrozza, ordinario di Bioingegneria Industriale alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, già rettore dello stesso Ateneo ed ex Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel governo Letta, è il nuovo direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi. Subentra al professor Paolo Mocarelli, il cui incarico è scaduto il 31 dicembre scorso.

Originaria di Pisa, 52 anni, due figli, laurea in fisica con una tesi sulle particelle elementari, vanta un’intensa attività scientifica da sempre mirata all’aumento dell’autonomia e al miglioramento della qualità della vita: bioingegneria della riabilitazione, mani artificiali, protesi cibernetiche, sistemi per il recupero e il ripristino delle capacità sensoriali e motorie, pelle artificiale sensorizzata…

Eletta nel 2013 alla Camera dei Deputati, è stata ministro fino al febbraio 2014, lavorando per riportare dignità all’intero mondo dell’istruzione. Dopo questa esperienza è tornata al lavoro d’aula e di commissione prima nella III Commissione (Affari esteri e comunitari), poi nella X Commissione (Attività produttive, commercio, turismo).

Autrice di molteplici pubblicazioni scientifiche, la professoressa Carrozza ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, collaborando con riviste scientifiche internazionali, coordinando progetti di ricerca nazionali e internazionali, svolgendo attività didattica e seminariale in Italia e all’estero, nonché attività di valutazione della ricerca per conto di organismi nazionali e internazionali, attività di trasferimento tecnologico e di innovazione in relazione con il mondo industriale e attività di divulgazione e discussione etico-sociale.

Il nuovo direttore scientifico opererà per consolidare e far crescere l’attività di ricerca scientifica della Fondazione Don Gnocchi – riconosciuta Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) segnatamente per le strutture di Milano e Firenze -, lavorando in stretta collaborazione con la direzione medica e socio-assistenziale di Fondazione, nonché con la direzione Sviluppo Innovazione.

«Nel formulare un caloroso benvenuto in Fondazione al nuovo direttore scientifico – sono parole del presidente della Fondazione Don Gnocchi don Vincenzo Barbante -, auguro a tutte le risorse impegnate nella ricerca scientifica e tecnologica di proseguire con rinnovato slancio per un sereno e proficuo lavoro. Al professor Paolo Mocarelli esprimo il più sincero ringraziamento per l’impegno e la dedizione con cui ha guidato la ricerca scientifica per oltre sette anni, contribuendo alla sua crescita conformemente ai valori e alla missione affidataci dal beato don Gnocchi».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi