Link: https://www.chiesadimilano.it/news/milano-lombardia/luci-nella-sera-per-la-spiritualita-di-anziani-e-malati-2807530.html
Share

Monza

«Luci nella sera», per la spiritualità di anziani e malati

A conclusione dell’Anno Santo Gerardiano presentato il progetto che prevede percorsi di sostegno, realizzato dalla Comunità Ecclesiastica Monzese e sostenuto da Cooperativa La Meridiana, Caritas di Monza e Associazione “Le ore che contano”

6 Giugno 2024

In occasione della festa di San Gerardo (6 giugno), che coincide con la chiusura dell’Anno Santo Gerardiano, è stato presentato ufficialmente alla città di Monza il progetto «Luci nella sera». È un progetto della durata di 24 mesi, proposto dalla Comunità Ecclesiastica Monzese e sostenuto dalla Cooperativa La Meridiana, da Caritas di Monza e dell’Associazione “Le ore che contano”, con l’obiettivo di offrire percorsi di sostegno spirituale alle persone, in particolare agli anziani.

Il tutto è nato da una domanda che gli organizzatori si sono posti in documento: «La nostra società si sta progressivamente dimenticando del bisogno spirituale del singolo individuo?».  È indubbio che le persone malate e le persone anziane manifestano un forte bisogno di spiritualità. «Luci nella sera» intende rispondere proprio a questo bisogno, attraverso momenti di incontro in diverse modalità, per far sentire meno sole le persone.

Come si articola

Il progetto prenderà avvio in forma sperimentale e contempla anche l’utilizzo della tecnologia digitale. Sono previsti momenti di incontro e di riflessione. Ci sarà la Santa Messa con la possibilità di partecipare online in modalità bidirezionale (attraverso l’utilizzo della piattaforma Zoom oppure con un tablet semplificato). Al termine di ciascun incontro e/o della celebrazione sarà possibile per i partecipanti colloquiare sia con il sacerdote sia con le altre persone.

Sostegno a chi non esprime richieste religiose

Il progetto metterà a disposizione un sostegno professionale per le persone che non si riconoscono nella religione cattolica, ma richiedono comunque un supporto nelle fatiche quotidiane legate alla malattia o alla solitudine.

Sostegno socio-sanitario

Qualora emergessero specifici bisogni sociali, socio-sanitari e/o di orientamento all’interno della complessa rete dei servizi pubblici o privati, La Meridiana si farà carico di tali richieste cercando, nel limite delle proprie possibilità, la risposta più idonea al bisogno emerso.

Sostegno al caregiver o al nucleo familiare

Il progetto intende sostenere i caregiver con incontri personalizzati in modalità online, o in altre modalità con la formazione di gruppi di auto-aiuto e con supporto nelle scelte di fine vita. Parallelamente verranno proposti anche all’intera comunità monzese alcuni appuntamenti finalizzati alla riflessione sulle scelte di fine vita.

Sostegno con la piattaforma Isidora

In caso di utilizzo del tablet si potrà accedere alla piattaforma digitale Isidora e usufruire dei diversi servizi fra cui Easy TV che offre programmi di stimolazione cognitiva, ricreativi e culturali. In caso di criticità domestiche sia nella gestione dell’anziano, sia nella preparazione di particolari documenti, sono a disposizione i professionisti per consulti, visite mediche (geriatra, nutrizionista, neurologo, ecc), consulenze fisioterapiche, consulenze cognitive, consulti psicologici o altre necessità. Videochiamate familiari o con Medico Medicina Generale. In una apposita sessione è possibile selezionare il familiare da chiamare che appare sullo schermo tv.

Gli operatori

Per la gestione del progetto è previsto il coinvolgimento di un coordinatore di progetto, uno o più sacerdoti per la Messa giornaliera, una psicologa, un tecnico informatico e 30 volontari.

I 20 anni di Oasi San Gerardo

Si celebra quest’anno anche il 20simo anniversario dell’Oasi San Gerardo, un servizio di Alloggi Protetti per anziani. L’Oasi ha rivitalizzato e riconsegnato alla città il complesso architettonico del 1170 che un tempo era la casa di san Gerardo e che ora accoglie 30 persone anziane che vivono in parziale autonomia, assistiti dal personale de La Meridiana. L’Oasi, inoltre, ospita gli Uffici del Consorzio Comunità Brianza, della Fondazione Comunità Monza Mb e la trattoria Garibaldi ed è luogo di attività artistiche e culturali aperte alla città e al territorio.