Celebrazione presieduta da monsignor Delpini alle 8.30 nella Chiesa rettorile di San Ferdinando. Seguirà la cerimonia col presidente Monti, il rettore Verona e il commissario europeo Vestager

foto_4
L'interno della Rettoria di San Ferdinando

Martedì 28 novembre l’Università Bocconi di Milano inaugura ufficialmente l’Anno accademico 2017-2018. Alle 8.30, nella Chiesa rettorile di San Ferdinando (via Gobbi), l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, presiederà una Santa Messa per la comunità dei bocconiani. Alle 10, nell’Aula magna dell’ateneo (via Röntgen 1), seguirà la solenne cerimonia di inaugurazione, con gli interventi del professor Mario Monti (presidente dell’Università) e del professor Gianmario Verona (rettore) e il discorso di apertura tenuto da Margrethe Vestager, Commissario europeo alla concorrenza.

Con un intervallo di 0,9 mesi tra la fine dei corsi di laurea magistrale e l’assunzione per il 94,8% dei laureati (il 25,5% dei quali all’estero; 26 sono i double degree offerti con una delle 263 università partner in tutto il mondo), la Bocconi si conferma un validissimo percorso di qualificazione professionale (i dati si riferiscono a laureati nell’anno accademico 2014-15). Ai suoi corsi – 10 triennali (6 in inglese), 12 magistrali (11 anche in inglese) e uno a ciclo unico in giurisprudenza – sono iscritti complessivamente circa 14.500 studenti, 1.800 dei quali stranieri (ogni anno all’incirca lo stesso numero di studenti stranieri partecipa a un programma-scambio, da 6 mesi a 1 anno); ai fuorisede l’Università offre oltre 1800 posti-letto, che nel 2018 arriveranno a più di 2000.

Durante l’anno la Pastorale universitaria diocesana propone alla comunità bocconiana momenti di catechesi, le confessioni e la liturgia, incontri di meditazione e preghiera. Ogni giovedì dell’Avvento, dalle 20 è possibile accedere alla chiesa di San Ferdinando (voluta da Donna Javotte Bocconi Manca di Villahermosa per ricordare il suocero, fondatore dell’ateneo nel 1902, e inaugurata dal cardinale Giovanni Battista Montini) per l’Adorazione eucaristica.

Anche in considerazione del rilevante afflusso di studenti dall’estero, che rende la comunità bocconiana variegata pure sotto il profilo religioso, nel 2012 – nell’ambito delle celebrazioni per il 50° della costruzione della chiesa di San Ferdinando -, nella Rettoria è stata inaugurata un’aula per la preghiera interreligiosa. Uno spazio in cui studenti di diverse confessioni religiose possono incontrarsi e pregare secondo le rispettive modalità, un luogo di dialogo e il segno che la Rettoria – attualmente affidata a don Giambattista Biffi – è concretamente aperta alle differenti sensibilità.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi