Share

Rozzano

Incendio nella chiesa di Valleambrosia, un errore umano

L'incidente sarebbe da attribuire a uno sbaglio degli operai avvenuto durante i lavori di ristrutturazione del tetto. A riferirlo è il parroco don Stefano Martin

di Lorenzo GARBARINO

20 Febbraio 2024
La chiesa dei Santi Monica e Agostino ripresa dai Vigili del Fuoco

Un errore degli operai durante i lavori di impermeabilizzazione del tetto. È questa la causa dell’incendio che giovedì 15 febbraio è divampato sul tetto della parrocchia dei Santi Monica e Agostino di via Monte Grappa 1, nella frazione di Valleambrosia.

A riferirlo è il parroco, don Stefano Martin. «Stiamo reimpermeabilizzando il tetto. Quando la chiesa fu costruita 15 anni fa i lavori furono scadenti. Abbiamo infiltrazioni d’acqua dalla cantina e dal soffitto. Giovedì mattina gli operai erano sul tetto con la fiamma ossidrica a stendere la guaina impermeabilizzante: lì hanno toccato la cupola metallica della chiesa, contenente materiale isolante di polistirolo. È da li che si è innescata la fiamma, incendiando tutto».

L’incidente si è verificato alle 9.30 del mattino e ha interessato solo una minima parte del tetto. In quel momento all’interno dell’edificio erano presenti solo don Martin e l’ausiliaria diocesana. «Se l’operaio sul tetto non fosse venuto giù ad avvertirci, noi non ce ne saremmo assolutamente accorti», ha aggiunto il parroco.

A domare le fiamme sono stati i vigili del fuoco di Milano, intervenuti sul luogo intorno alle dieci del mattino con tre squadre delle sedi di via Sardegna e via Messina. Il resto dell’edificio non ha subito alcun danno: solo un lieve odore di bruciato nei giorni successivi.

 

Dopo l’allarme sono giunte sul posto anche un’ambulanza dell’Agenzia regionale emergenza urgenza (Areu) per garantire la possibile assistenza e i carabinieri della Compagnia Corsico, che hanno effettuato gli accertamenti del caso.

La ditta che si occupa della ristrutturazione ha già cominciato i lavori di riparazione necessari. I lavori di ristrutturazione sarebbero dovuti terminare lo scorso venerdì. Oltre all’impermeabilizzazione del tetto, adesso saranno necessari ulteriori operazioni alle lamiere della cupola, in parte rimosse per domare le fiamme.

Le immagini dei Vigili del Fuoco

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

Leggi anche

Cronaca
WhatsApp Image 2023-12-18 at 17.01.31

Il parroco di Parabiago sull’incendio del presepe: «Una comunità ferita, ma coesa»

Don Maurilio Frigerio racconta della solidarietà dimostrata dal decanato e dalla diocesi. Gli sforzi per garantire comunque ai fedeli un Natale dignitoso

di Stefania CECCHETTI