Un progetto dedicato alle associazioni sportive messe a dura prova dalla pandemia per garantire loro più risorse

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO COSTRUIAMO IL FUTURO MILANO CITTA METROPOLITANA
Da sinistra, Carlotta Borghesi, Massimo Achini, Elisabetta Soglio, Maurizio Lupi, don Stefano Guidi

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni alla quinta edizione del Premio Costruiamo il Futuro Milano Città Metropolitana, un progetto nato per sostenere concretamente l’impegno e i progetti delle associazioni sportive di Milano e provincia, che dedicano il loro operato a bambini e ragazzi, generando ambienti positivi capaci di educare attraverso lo sport. Per iscriversi al bando le associazioni dovranno accedere al sito premio.costruiamoilfuturo.it. Un premio per le piccole realtà del Terzo settore, che ogni giorno rispondono con gratuità e impegno ai bisogni che incontrano, generando valore per la comunità e per tutto il territorio: questo è da sempre il significato del Premio Costruiamo il Futuro, una iniziativa nata nel 2003 che nel 2021 si svolge in quattro edizioni,  Milano Città Metropolitana, Bergamo e provincia, Valtellina e Valchiavenna e provincia di Lecco e Monza e Brianza.

I numeri parlano chiaro: nel 2020 la Fondazione ha ricevuto ben 546 richieste di contributo. Un numero quasi raddoppiato rispetto agli anni precedenti, dal quale si evince che sono tante le realtà che stanno facendo i conti con grandi difficoltà. Come afferma il professor Lorenzo Ornaghi, Presidente del Comitato d’Onore del Premio Costruiamo il Futuro e Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Costruiamo il Futuro: «Nel 2020 ci siamo trovati in un’emergenza nuova, conseguente a quella sanitaria, che ha travolto le piccole organizzazioni locali, da sempre animate da spirito di vicinato e passione per il volontariato. Queste organizzazioni hanno dovuto far fronte non solo alla necessità di disporre di  strumenti per gestire adeguatamente nuovi bisogni, ma anche alla crescita improvvisa dei costi. Ora, nel momento della ripresa, anche una piccola risorsa può fare la differenza. Ci siamo sentiti spronati ad ampliare il raggio d’azione del Premio, per poter aiutare quante più realtà possibili. La collaborazione con Ie fondazioni e le aziende che sostengono questo progetto ci permetterà quest’anno di raddoppiare il nostro impegno: in particolare, nell’edizione dedicata a Milano e provincia il nostro obiettivo è di riuscire a sostenere con contributi in denaro i progetti e le attività di 50 realtà associative. Il nostro vuole essere un aiuto concreto per le associazioni più in difficoltà, con la consapevolezza che la loro è una presenza oggi ancora più indispensabile di ieri. Per questo vogliamo continuare a puntare e scommettere su questa ricchezza sociale diffusa e preziosa per la comunità».

«Ci tenevo moltissimo a essere qui con voi oggi, anche se virtualmente – ha dichiarato Filippo Tortu, velocista della Nazionale e primo italiano a scendere sotto i 10 secondi sui 100 metri piani, durante la conferenza stampa di presentazione -. Da bambino sono cresciuto prima in oratorio e poi nelle varie associazioni sportive che ho frequentato, che sono state per me una scuola di vita. Infatti penso che tutti i risultati che sto ottenendo oggi dipendano da come ho fatto sport da bambino. Ci tenevo infatti a sottolineare l’importanza del Premio Costruiamo il Futuro nel sostenere le associazioni e formare gli sportivi di domani».

Anche Elisabetta Soglio, direttore di Corriere Buone Notizie, è intervenuta durante la conferenza stampa: «La pandemia ha mostrato quanto sia indispensabile il servizio fornito dagli enti del Terzo settore per affrontare l’emergenza sociale. La crisi però ha toccato anche loro e mai come in questo periodo è fondamentale aiutare chi aiuta».

Basti pensare alle piccole associazioni sportive alle quali la Fondazione Costruiamo il Futuro ha sempre riservato un’attenzione particolare perché sono strumento per l’educazione e la formazione dei giovani, e aiutano a prevenire disagi e dispersione, grazie alla capacità di aggregare i ragazzi in ambienti sani e guidati da adulti. Ha dichiarato Massimo Achini, presidente del Csi Milano: «Mai come ora il sostegno che la Fondazione Costruiamo il Futuro rinnova alle società e alle associazioni sportive territoriali rappresenta una vera “boccata d’aria” e uno “scorcio di speranza” per quel popolo (spesso di volontari) che anima lo sport di base. Il Csi è onorato di essere, ancora una volta, al fianco della Fondazione Costruiamo il Futuro. Le siamo grati per la rinnovata attenzione nei confronti delle piccole associazioni sportive di base, d’oratorio e di quartiere. Siamo certi che queste svolgeranno un ruolo importantissimo nella ricostruzione di quelle relazioni delle quali i più giovani sono stati privati per lunghi mesi».

Dello stesso avviso don Stefano Guidi, direttore della Fom: «La pandemia ha provocato gravi danni soprattutto in campo educativo. Sono danni che all’inizio sono stati meno considerati. I nostri adolescenti stanno pagando un prezzo altissimo e la comunità cristiana, gli oratori, le società sportive che sono luoghi preziosi per questi ragazzi hanno davvero bisogno di aiuto per tornare ad essere davvero propositivi e accoglient»”.

Anche quest’anno è stato istituito inoltre il Premio speciale “Gloria Grimoldi”, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che verrà devoluto ad associazioni o enti non profit che si sono distinti in ambito educativo e formativo, prestando particolare attenzione al contrasto delle disuguaglianze in ambito educativo. Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer Intesa Sanpaolo, ha commentato: «Gloria Grimoldi è stata una straordinaria collega, una professionista attenta e competente che aveva molto a cuore le tematiche sociali. Il premio in suo ricordo è destinato a realtà che operano quotidianamente per il benessere dei giovani, soprattutto quelli in maggiore difficoltà».

Il Premio consiste in piccoli contributi in denaro da 1000 a 5000 euro per le realtà del Terzo settore. La partecipazione al bando dedicato a Milano Città Metropolitana è molto semplice: le associazioni sportive potranno richiedere un aiuto per la loro attività iscrivendosi entro il 30 giugno 2021 al bando pubblicato sul sito premio.costruiamoilfuturo.it. La segreteria della Fondazione provvederà a fissare un incontro per conoscere e capire a fondo le iniziative e l’opera delle associazioni candidate. Le richieste raccolte verranno giudicate e selezionate dal Comitato d’Onore, presieduto dal professor Ornaghi, composto dai partner del progetto, da personalità del mondo culturale e del terzo settore e da rappresentanti della Fondazione Costruiamo il Futuro, tra cui Germana Chiodi, consigliere della Fondazione Costruiamo il Futuro e delegata responsabile dell’attività di Charity.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi