Presso l’oratorio della parrocchia Maria Madre della Chiesa terza edizione del Campus della Pace. Tra gli ospiti Romano Prodi e don Ciotti. In conclusione Messa presieduta da monsignor Faccendini

32519925270_519b7bddff_o Cropped

Dal 17 al 24 febbraio, presso l’oratorio della parrocchia Maria Madre della Chiesa in Gratosoglio (Milano), si svolgerà la terza edizione del Campus della Pace, sul tema “La pace è giustizia”. Il Campus è un vero e proprio laboratorio di integrazione e di convivenza multiculturale, al quale parteciperanno giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni, provenienti da Milano e da alcune città italiane ed europee, ciascuno con la propria storia, la propria estrazione sociale, la propria appartenenza religiosa e culturale.

L’iniziativa nasce da un’attenzione educativa permanente all’inclusione e alla promozione di una cultura di pace, con due finalità generali: proporsi come evento d’eccellenza sul territorio, rompendo così il processo di isolamento e di ghettizzazione del quartiere del Gratosoglio; promuovere il dialogo a livello cittadino ed europeo fra culture e religioni differenti sul tema della pace e della giustizia, coinvolgendo universitari e giovani lavoratori.

Gli ospiti saranno accolti dalle famiglie del territorio che si sono rese disponibili, e pranzeranno e ceneranno presso l’oratorio. Ogni partecipante lascerà in dono un libro (possibilmente a tema), scritto nella lingua del Paese di provenienza, che andrà a costituire il patrimonio culturale del Campus a beneficio dei ragazzi e dei giovani che frequentano l’oratorio.

Un’équipe formata da due educatori e da due mediatori culturali/traduttori dell’agenzia Opitrade condurrà i partecipanti in un percorso di scoperta e di approfondimento sul tema del Campus, articolato nei sette giorni dell’evento attraverso conferenze tenute da personalità autorevoli nei settori dell’economia (il 22 febbraio interverrà Romano Prodi), della legge e della comunicazione, testimonianze dirette di “uomini giusti” (il 19 febbraio ci sarà don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele), esperienze di incontro con la società civile e con le realtà sociali e di volontariato del territorio e infine focus group (momenti di confronto in gruppi di provenienza mista). La presenza degli educatori e dei mediatori culturali favorirà e faciliterà il dialogo e lo scambio.

Sabato 24 febbraio, nel pomeriggio, prima della cena serale con le famiglie e la festa finale, alle 17 avrà luogo la “restituzione” di quanto appreso con la Santa Messa presieduta da monsignor Carlo Faccendini, Vicario episcopale per la Zona pastorale I (Milano), e animata dal coro gospel “Al ritmo dello Spirito” di Milano-Abbiategrasso.

Info e programma completo su http://campusdellapace.altervista.org/

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi