Il premio è un viaggio in Kenya sulle cause delle migrazioni. Sabato 27 ottobre in piazza Duomo l’invito a camminare coi migranti seconda fase della campagna “Share the journey”

scendi dalla pianta

È un’insegnante dell’Ipsia Majorana di Cernusco sul Naviglio, Anna Maria Venturini, la vincitrice del social contest sulla cultura dell’incontro promosso da Caritas Ambrosiana “Scendi dalla pianta”. A convincere la giuria ad assegnarle il primo posto è stata la semplicità e la freschezza con la quale la docente ha raccontato il lavoro intenso e delicato di integrazione sociale a tanti livelli svolto da insegnanti e studenti dell’istituto professionale del Comune dell’hinterland milanese. Secondo la giuria «in un’epoca in cui il diverso è percepito come una minaccia, il foto-racconto intitolato “Ipsia-Cernusco” mostra quello che accade in migliaia di scuole in tutta Italia dove ogni giorno con creatività, intelligenza e impegno, le differenze sono trasformate in opportunità». «Sono molto contento della scelta dei giurati perché questo contributo ci permette di dare visibilità a una normale, quotidiana storia di integrazione, una delle moltissime che si svolgono sotto i nostri occhi, ma che paradossalmente, non vediamo, perché non fanno notizia», ha commentato Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana.

La vincitrice ora potrà visitare alcuni progetti sociali promossi da diverse Ong, associazioni della società civile italiane e dalla stessa Caritas Ambrosiana in Kenya allo scopo di aiutare le popolazioni locali a far fronte ai cambiamenti climatici, causa di desertificazione, povertà ed emigrazione. Nato dalla collaborazione con l’agenzia di turismo responsabile Viaggi e Miraggi, il premio sarà così un’esperienza che permetterà di ripercorrere la lunga catena delle cause che portano migliaia di persone a lasciare i propri villaggi per le periferie delle grandi e caotiche metropoli africane e da qui a sognare l’Europa.

Lanciato il 18 giugno con una spettacolare discesa dal grattacielo Pirelli, effettuata dal gruppo alpinistico i Ragni di Lecco, e una performance anti-razzista sul piazzale antistante la sede del Consiglio regionale, il concorso si è animato in rete. In tre mesi 15.531 persone hanno votato i contributi postati sul sito dedicato; i 10 foto-racconti che hanno totalizzato il maggior numero di stelle (l’equivalente dei like su Facebook) sono stati valutati da una giuria composta da figure rappresentative del mondo della solidarietà, dell’informazione. 

Il contest è una delle azioni con cui Caritas Ambrosiana ha dato il proprio contributo all’iniziativa “Share the journey”.  Sabato 27 ottobre, in occasione della Veglia Missionaria con l’Arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini, l’organismo ecclesiale aderirà anche alla seconda fase della campagna di solidarietà. I volontari e gli operatori inviteranno i visitatori degli stand allestiti nel pomeriggio in piazza Duomo a Milano a unirsi simbolicamente al grande pellegrinaggio globale lungo un milione di chilometri in solidarietà con tutti i migranti, che si sta svolgendo nel mondo, grazie al contributo di centinaia di Caritas diocesane e associazioni ecclesiali.

«In questo contesto culturale c’è un sentimento di paura verso gli altri, ma è una paura non fondata sulla realtà: quando cerchiamo il volto di una persona, la paura diventa amicizia, vicinanza, fraternità», ha detto il cardinale Luis Tagle, presidente di Caritas Internationalis e vescovo di Manila, domenica scorsa a Roma, invitando ad unirsi al cammino.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi