L’Arcivescovo visita il gazebo dell’Ordine di Malta in piazza Santo Stefano

di Annamaria BRACCINI

Ordine di Malta

Una prima visita medica gratuita offerta ai fedeli di lingua straniera sotto un gazebo posto sui sagrati delle chiese. È l’iniziativa promossa dalla Delegazione Lombardia del Sovrano Militare Ordine di Malta dall’ottobre 2020. E, poiché il 17 ottobre prossimo – come ogni terza domenica del mese – il tendone sarà presso la parrocchia personale dei migranti, in piazza Santo Stefano Maggiore a Milano, a visitare il «posto di primo ascolto medico» Smom sarà l’arcivescovo. «Prima della pausa estiva erano già oltre un migliaio, per l’esattezza 1027, le persone che sono state visitate con un check up del tutto gratuito. In settembre siamo già stati operativi presso le parrocchia San Giovanni in Laterano per la Comunità ucraina e nella parrocchia personale per i fedeli di lingua inglese San Carlo in Santa Maria del Carmine», racconta Niccolò d’Aquino di Caramanico, delegato del Sovrano Ordine di Lombardia. «Offriamo a chi lo desidera una prima visita medica, da cui si può poi accedere anche a cure odontoiatriche come la semplice pulizia dei denti, laddove vi sia necessità. Stiamo anche aprendoci alla possibilità di visite oculistiche», sottolinea il delegato che aggiunge: «Vista la validità del progetto – di cui è responsabile sanitario il dottor Gianmaria Calati e che si deve a un’idea di Massimiliano Prati – abbiamo ottenuto il patrocinio del Comune e ora, ed è una novità, anche dell’associazione dei Medici e odontoiatri di Milano. Siamo molto contenti del risultato raggiunto e intendiamo continuare con i nostri medici e infermieri volontari, tutti membri e amici della Delegazione. In considerazione del successo ottenuto vogliamo anche raddoppiare il servizio offerto, raggiungendo altre parrocchie».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi