L’intervento del Cardinale in un convegno in preparazione alla Cop21 sul clima. Nel pomeriggio ha portato all’Arcivescovo della capitale francese la solidarietà della Chiesa ambrosiana per le vittime degli attacchi terroristici

scola parigi

Intensa giornata parigina del cardinale Angelo Scola. L’Arcivescovo ha portato all’Arcivescovo di Parigi, il cardinale André Armand Vingt-Trois, la solidarietà e la vicinanza dei milanesi per le vittime degli attentati terroristici dello scorso venerdì 13 novembre (vedi video a lato). L’incontro è avvenuto nel pomeriggio prima dell’intervento del cardinale Scola al Collège des Bernardins, dove l’Arcivescovo è stato invitato a tenere una riflessione sul tema «Cristo e l’universo», nell’ambito di un programma di interventi di esponenti delle religioni organizzati in vista della prossima conferenza internazionale COP21 sul clima che si svolgerà nella capitale francese tra il 20 novembre e l’11 dicembre.   

«Quella dei cambiamenti climatici come le altre questioni ecologiche – la rottura dei cicli, la distruzione della cappa di ozono, la deforestazione, le piogge acide, la diminuzione delle biodiversità, la desertificazione, la contaminazione dell’atmosfera, dell’acqua e del suolo – non troverà soluzione senza un rapporto rinnovato tra creato e giustizia che, lo ripeto, domanda un principio unificante teorico e pratico rispettoso di ogni creatura», sottolinea l’Arcivescovo nel suo intervento.

«Questa ecologia integrale implica un’ecologia ambientale, un’ecologia economica e sociale, un’ecologia culturale fino a giungere ad una ecologia della vita quotidiana – precisa il Cardinale -. Quello degli uomini nel rapporto con il creato è un lavoro lungo perché chiede a miliardi di persone di cambiare centinaia di comportamenti. Solo una simile ecologia però può vincere il degrado umano e sociale soprattutto per sconfiggere l’ingiustizia».

Per questo secondo Scola «solo nel riconoscimento di un principio unificatore si possono affrontare le sfide ecologiche attuali. La questione del senso (significato e direzione) è universale ed ineludibile».

Dopo il discorso nell’auditorium del Collegio, segue un’intervista pubblica condotta dal giornalista e saggista francese Patrice de Plunkett.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi