Il 75° anniversario della morte di Dietrich Bonhoeffer ispira la proposta «La coscienza e il tiranno», promossa dall’ateneo, dal Centro “C.M. Martini” e dalla Sezione parallela della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale

Dietrich Bonhoeffer
Dietrich Bonhoeffer

Nel 75° anniversario della morte di Dietrich Bonhoeffer – giovane teologo protestante tedesco giustiziato per essersi opposto al regime nazista e celebre per aver redatto testi che sono ormai considerati classici del pensiero (tra cui Resistenza e resa), il Centro “C. M. Martini”, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e la Sezione parallela della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale presso il Seminario arcivescovile di Milano invitano al percorso interdisciplinare «La coscienza e il tiranno», articolato in sette lezioni di due ore (15-17) aperte a tutti in Bicocca dal 25 febbraio al 7 aprile. La partecipazione è gratuita e il numero di posti illimitato.

Il contesto

I fascismi stanno tornando o sono morti per sempre? Storici e opinionisti si confrontano attorno a questa domanda, ma intanto restano senza risposta questioni più radicali: proprio quando le libertà personali sembrano essere sconfitte e umiliate dal despota di turno, ecco che a volte – inaspettatamente – risorgono in forme di esemplare resistenza e coraggio. Nelle pagine più significative del pensiero occidentale esiste una costante: il pensiero e la ricerca sembrano generarsi anche e soprattutto come reazione a uno stato di oppressione. Solo un effetto collaterale non preventivato o prova dell’invincibile, infinito potere della coscienza umana, di fronte al rischio estremo, quando ne va della giustizia e della verità?

Il programma e le iscrizioni

Partendo da un adeguato inquadramento filosofico sulla questione perenne del rapporto tra coscienza morale e responsabilità storica, nei successivi interventi «La coscienza e il tiranno» verterà su vari temi del repertorio filosofico e teologico, dando voce anche a diversi approcci e ripercorrendo alcune pagine significative della Storia dell’Occidente, per focalizzarsi in particolare sul secolo dei totalitarismi e sulla vicenda del tutto singolare di Bonhoeffer.

Il percorso rientra nel progetto Bbetween Area Civic Engagement, finalizzato all’accrescimento e alla valorizzazione delle competenze trasversali. A chi seguirà almeno quattro delle sette lezioni in programma la Bicocca conferirà l’Open Badge, certificazione digitale delle competenze acquisite internazionalmente riconosciuta, che può essere inserita nei cv elettronici e nei social network.

«La coscienza e il tiranno» è pubblicato sulla piattaforma S.O.F.I.A. e gli è stato associato l’ID 39968. Le iscrizioni sulla piattaforma si chiuderanno il 23 febbraio. Il percorso rientra tra poi tra i convegni con diritto di esonero. L’ateneo potrà rilasciare un attestato di partecipazione anche a singole lezioni.
Ci si può iscrivere al percorso fino al 2 marzo su www.unimib.it/bbetween/civic_engagement

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi