Il testo per i bambini “Occhi nuovi davanti al presepe” farà da filo conduttore allo schema di celebrazione messo a disposizione online. Anche un canto e le sagome per costruire le statuine

9788868942953

I racconti di Natale ai bambini dell’Arcivescovo, “Occhi nuovi davanti al presepe”, saranno al centro della Novena di Natale che, come è tradizione, dal 16 dicembre i ragazzi di oratori e scuole celebreranno ogni giorno attraverso un momento di preghiera per avvicinarsi al Natale del Signore.

Il Servizio per l’oratorio e lo sport e la Fom (Fondazione diocesana per gli oratori milanesi) propongono uno schema di celebrazione scaricabile online gratuitamente, che segnala per ogni giorno la lettura delle pagine corrispondenti del testo dell’Arcivescovo.

Inoltre, è disponibile un Canto di Natale, realizzato attorno ai temi trattati dai racconti dell’Arcivescovo (sempre scaricabile gratuitamente online).

L’Arcivescovo parla, nei suoi racconti ai bambini, di statuine del presepe speciali che assumano la forma del sentimento o del valore preso in considerazione o che prendano l’aspetto dei protagonisti della narrazione di quel giorno; per questo motivo si possono utilizzare delle sagome che diventano statuine di un presepe speciale, quello narrato dall’Arcivescovo nei suoi racconti (info).

Questi racconti sono stati raccolti in una speciale pubblicazione, illustrata da Irene Sala e realizzata in collaborazione con la Fom, che è anche il dono dell’Arcivescovo ai bambini della Diocesi: “Occhi nuovi davanti al Presepe” (Centro Ambrosiano, 32 pagine, 1.80 euro), in vendita nelle librerie cattoliche e acquistabile anche online

L’Arcivescovo immagina che ogni giorno una statuina speciale e originale arricchisca il presepe tradizionale. Ciascuna statuina rappresenta un personaggio o una situazione che l’Arcivescovo chiede sia “inserito” nella vita dei ragazzi come l’affetto dei nonni, il desiderio di pace, l’amicizia, la gioia di Natale e quei sentimenti che fanno di ciascuno una persona nuova, in cammino, in viaggio verso la grotta di Betlemme, per accogliere Gesù che viene e dà una nuova prospettiva alla mente e al cuore delle persone.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi