Momento centrale della Quaresima, con l’accoglienza il sabato sera in piazza Maggiore. Animazione e percorso in città, soste nelle chiese. Sarà presente l’arcivescovo Zuppi

Piazza_Maggiore_durante_una_manifestazione_di_beneficienza Cropped
Piazza Maggiore a Bologna

Momento centrale della Quaresima per gli adolescenti della Diocesi sarà la Notte bianca della fede, che si terrà il 16 e 17 marzo a Bologna, con la presenza dell’arcivescovo monsignor Matteo Zuppi.

Accompagnati dal Vescovo ausiliare di Milano monsignor Paolo Martinelli, ai ragazzi verrà proposto di compiere «esercizi spirituali» speciali percorrendo, come in un «pellegrinaggio», una delle più belle città italiane e incontrando una Chiesa ricca di storia e spiritualità. Sarà l’occasione per poter indicare come sia possibile vivere la fede nel Crocifisso e nel Risorto, immersi nei contrasti del mondo e in ogni tempo.

Il tema di questo incontro diocesano degli adolescenti è «All’ora», che ha due significati. Innanzitutto, essere presenti «all’ora» in cui il Signore Gesù dona se stesso, ripercorrendo nella notte i momenti della sua passione: ogni discepolo deve saper confrontarsi con quell’«ora» e scoprire il significato che ha per la propria vita. Inoltre l’ora dell’incontro con Gesù, come con la Samaritana, diventa anche incoraggiamento – «Allora!» – per rimettersi in cammino con coraggio e decidersi per il Signore.

«Siamo ormai alla quarta edizione della Notte bianca della fede per gli adolescenti – commenta don Stefano Guidi, responsabile del Servizio per l’oratorio e lo sport e direttore della Fom (Fondazione diocesana per gli oratori milanesi) -, ma questa di Bologna è vissuta quasi all’inizio del tempo quaresimale come una sorta di percorso spirituale che chiederà agli adolescenti di mettersi in cammino dietro al Signore Gesù con la sua stessa determinazione, nel momento in cui ha scelto di andare a Gerusalemme per dare la vita sulla croce. Quali sono le risorse che possono sostenere questo pellegrinaggio? Ce le suggerisce l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, nella sua lettera pastorale: le “pratiche di sempre” che gli adolescenti potranno sperimentare nelle tappe della Notte».

Sabato 16 l’accoglienza degli adolescenti ambrosiani a Bologna sarà a partire dalle 17, con ritrovo alle 19 in piazza Maggiore, dove vivranno un momento di animazione con le «Verdi note» dell’Antoniano. Alle 20 l’Arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Zuppi, chiederà agli adolescenti ambrosiani di «contagiare» con fierezza le strade della città. La Diocesi di Bologna metterà a disposizione le sue chiese più belle, eccezionalmente aperte per le tappe del percorso. La conclusione è prevista a mezzanotte. I luoghi di riposo per il pernottamento saranno parrocchie, scuole e oratori di Bologna.

Domenica 17 il ritrovo è ancora in piazza Maggiore alle 9.15 per l’ingresso nella Basilica di San Petronio, dove alle 10 monsignor Martinelli presiederà la celebrazione eucaristica della Domenica della Samaritana. Per mezzogiorno, la Pastorale giovanile bolognese organizzerà un pranzo tipico (per i gruppi che hanno già prenotato all’atto dell’iscrizione online).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi