Dall’impegno per i Gruppi Barnaba all’attenzione alla spiritualità, fino alle iniziative in corso in diverse località della Diocesi

Azione cattolica

#ACcanto a te è l’hastag, la parola-chiave, scelta dell’Azione cattolica ambrosiana come slogan per la Giornata dell’adesione. L’idea di fondo è che l’associazione si impegna nel “farsi presente” e nel “prendersi cura” in questo tempo in cui la “distanza” è il nemico da combattere.

Animazione nella sinodalità

In primo luogo, spiegano i responsabili, l’Ac ambrosiana si sta prendendo cura della Chiesa locale animando con tanti suoi soci i Gruppi Barnaba, cui l’arcivescovo Mario Delpini ha affidato la costituzione delle assemblee sinodali nei decanati. Nella stessa direzione va anche il contributo formativo sulla sinodalità offerto dall’associazione: il convegno per i Gruppi Barnaba dello scorso 30 ottobre e la pubblicazione del libro Dal basso, insieme – Dieci passi per una Chiesa sinodale, curato da Valentina Soncini e Chiara Zambon con la collaborazione del Gruppo teologico dell’Ac. Di sinodalità si parlerà anche alle Giornate teologiche in programma a gennaio.

Ripresi i ritiri all’Eremo

L’Ac si prende poi cura della spiritualità. Dopo la sospensione imposta dal Covid, sono ripresi i ritiri all’Eremo di San Salvatore sopra Erba, cinque fine settimana per adulti dai 30 anni in su, dall’autunno alla primavera, per pregare sulla Parola e meditare nel silenzio. Spiritualità del quotidiano anche con l’iniziativa «Adoro il lunedì», una traccia di preghiera, pubblicata sul sito dell’associazione, per vivere con particolare “solennità” la preghiera del primo giorno della settimana. Ad Agrate Brianza, Omate e Caponago l’«Adoro il lunedì» delle 7.30 nelle tre chiese parrocchiali è aperto ai lavoratori della zona, noto distretto dell’hi tech.

Sul territorio

La creatività e l’impegno dei soci di Ac si fanno vedere anche nel vasto territorio della diocesi. A Malgrate, nella zona di Lecco, l’Ac sostiene da anni Sentieri digitali. Si tratta di un progetto che coinvolge giovani a rischio di dispersione scolastica nella realizzazione di segnaletica turistica multimediale. A Monza un gruppo di famiglie dell’Ac promuove un ciclo di incontri sull’affettività con esperti che approfondiranno questioni che spaziano dalle dinamiche di coppia alla gender theory. O, ancora, l’Azione cattolica studenti, con l’iniziativa No panic, aiuta i 18 enni a riflettere sul loro futuro dopo l’esame di maturità, pensando alla scelta dell’università o al debutto nel mondo del lavoro nel più complessivo contesto della propria vocazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi